Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La neurochimica alla base di ricompensa e punizione

Alcuni scienziati europei hanno indagato sul modo con cui la ricompensa e la punizione incidono sul comportamento umano e sul processo decisionale. Risulta particolarmente interessante il fatto che abbiano studiato il coinvolgimento del muscolo linguale nella trasmissione dei segnali.
La neurochimica alla base di ricompensa e punizione
Le risposte comportamentali alla ricompensa e alla punizione determinano l’apprendimento, l’acquisizione di competenze e la socializzazione. I metodi di neuroimaging hanno fornito informazioni importanti sulla rete neurale alla base dell’elaborazione della ricompensa. Da alcuni studi è emerso che il valore della ricompensa di stimoli alimentali e non alimentari si riflette nell’attività della corteccia orbitofrontale. Tuttavia, non è ancora chiara la mappatura di tali stimoli appetitivi.

Nel corso del progetto REWARDING THE TONGUE (Carmelo M Vicario reward and punishment: what somatosensory intra-oral activity can tell about the value of goods), finanziato dall’UE, gli scienziati hanno analizzato l’ipotesi secondo cui i segnali verso le regioni del mesencefalo associati a ricompensa/punizione iniziano nella lingua e, in particolare, nei muscoli intraorali. Per indagare in merito, hanno registrato il potenziale evocato dalla lingua di vari gruppi di partecipanti, che hanno sperimentato vari tipi di esiti di ricompensa/punizione, ad esempio vincite e perdite in denaro, oppure l’esposizione a esiti piacevoli o spiacevoli.

I risultati suggeriscono che l’eccitabilità della lingua è sensibile alle esperienze correlate all’avversione, compresa la repulsione sociale e morale. Tuttavia, i ricercatori non hanno osservato alcun effetto in relazione ad esiti ricompensativi, tranne nel caso di desiderio ardente. Tale connettività diretta della lingua con il sistema di ricompensa negli esseri umani è simile alla condizione riscontrata in primati non umani.

Inoltre, i risultati del progetto hanno fornito interessanti approfondimenti riguardo al dibattito attuale sull’origine della moralità e suggeriscono una potenziale evoluzione dal disgusto sensoriale (primario). È particolarmente importante come l’esistenza di un collegamento funzionale tra l’area linguale e il sistema delle ricompense possa avere conseguenze a livello clinico; potrebbe anche servire per comprendere patologie caratterizzate da un sistema di ricompense squilibrato, ad esempio disturbi del comportamento alimentare, ludopatie e abuso di alcol.

Informazioni correlate

Keywords

Ricompensa, punizione, lingua, corteccia orbitofrontale, muscolo intraorale
Numero di registrazione: 190678 / Ultimo aggiornamento: 2016-12-08