Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

I sistemi di gestione del traffico intelligenti sono più efficaci della costruzione di strade aggiuntive

Un progetto finanziato dall’UE ha messo a punto metodi di appalto innovativi per favorire il lancio di nuovi sistemi di gestione intelligente del traffico.
I sistemi di gestione del traffico intelligenti sono più efficaci della costruzione di strade aggiuntive
Sistemi di gestione intelligente del traffico che consentono ai veicoli di comunicare tra loro e altre infrastrutture stradali come i semafori potrebbero contribuire a ottenere grandi miglioramenti nella gestione del flusso di veicoli nelle città.

Un progetto finanziato dall’UE, P4ITS, ha sviluppato una rete europea innovativa di autorità che pianificano sistemi di traffico intelligenti e sono disposte a migliorare la diffusione della tecnologia necessaria attraverso appalti pubblici per l’innovazione (Public Procurement of Innovation, PPI).

“La rete di P4ITS ha attivato una vasta gamma di persone provenienti da tutta l’UE per esplorare questioni e temi comuni in materia di gestione intelligente del traffico. Abbiamo sviluppato un approccio più coordinato per lanciare questi sistemi che utilizzano i PPI in tutta Europa,” afferma Giacomo Somma, manager di ERTICO-ITS Europe e coordinatore del progetto P4ITS.

“Ci aspettiamo di assistere alla diffusione su larga scala di questi sistemi in futuro. Inoltre, gli investimenti nei sistemi di gestione del traffico si sono rivelati più economici rispetto agli investimenti in nuove infrastrutture stradali,” sottolinea.

I sistemi di trasporto intelligenti cooperativi (Cooperative Intelligent Transport Systems, C-ITS) identificati dal progetto riguardano concetti come incroci stradali che danno la priorità ai mezzi pubblici e indicano il tempo rimanente finché un semaforo diventa verde o rosso sul navigatore delle auto o sullo smartphone.

Queste misure possono consentire ai conducenti di adottare altre abitudini di guida più eco-compatibili che diminuiscono il consumo di carburante e le emissioni, riducono lo stress e i micro incidenti, oltre a rendere il traffico più scorrevole.

“I CITS possono aumentare la qualità e l’affidabilità delle informazioni disponibili sui veicoli, sulla loro ubicazione e sull’ambiente stradale sia per i gestori del traffico che per i singoli guidatori,” sostiene Somma.

Mentre i CITS sono utili per affrontare le esigenze della società in Europa, come il miglioramento dell’ambiente, la sicurezza e una migliore informazione sul traffico per i conducenti, è anche potenzialmente un settore leader a livello mondiale che dovrebbe aumentare la competitività dell’Europa e creare posti di lavoro.

P4ITS, nello sforzo di comprendere come lanciare sul mercato europeo soluzioni C-ITS innovative sfruttando gli appalti pubblici per l’innovazione, ha affrontato la sfida di definire una comune comprensione di ciò che comportano i PPI.

“Lo scambio di conoscenze ed esperienze tra i soggetti pubblici e privati, compresi gli enti pubblici, i committenti, gli esperti legali, gli operatori stradali e i tecnici esperti, provenienti da oltre 10 diversi paesi europei, è stato impegnativo ma molto gratificante,” dice Somma.

Il progetto ha riscontrato che gli appalti per l’innovazione (compresi i PPI e PCP) contengono strumenti e procedure legali che sono orientati alla domanda, dal momento che l’obiettivo è un contratto di appalto commerciale. Questo processo include l’appalto di soluzioni basate sull’innovazione delle tecnologie esistenti e di quelle che richiedono la R&S.

“Una conclusione importante di P4ITS è che i PPI non devono essere considerati una procedura legale, ma piuttosto una strategia innovativa e una serie di approcci operativi che migliorano l’appalto di soluzioni innovative”, afferma Somma.

Il progetto ha esaminato come affrontare altri ostacoli ai PPI, tra cui le leggi in materia di appalti dell’UE e come agire nello spazio tra gli appalti di R&S e gli appalti commerciali, le leggi in materia di appalti transfrontalieri con diversi approcci nazionali e la legislazione nazionale sulla protezione dei dati.

Ora che il progetto è terminato, alcuni partner del progetto P4ITS stanno portando il lavoro su un livello più operativo, definendo le migliori pratiche per supportare il lavoro quotidiano dei committenti pubblici.

Informazioni correlate

Keywords

P4ITS, PPI, appalti pubblici per l’innovazione, gestione del traffico intelligente, ambiente, sicurezza, traffico
Numero di registrazione: 190729 / Ultimo aggiornamento: 2016-12-09