Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Temperamenti del merluzzo non rivelati

Si sa che la raccolta da parte dell’uomo altera i percorsi evolutivi dei pesci catturati, ma gli effetti sui tratti comportamentali e sui tratti correlati sono scarsamente compresi. I ricercatori hanno analizzato il comportamento dei pesci in cattività e di quelli in libertà e hanno scoperto degli interessanti schemi di coerenza e correlazioni che potrebbero influire sulle risposte ecologiche ed evolutive delle popolazioni sfruttate.
Temperamenti del merluzzo non rivelati
I pesci destinati al consumo hanno dei tratti della personalità che possono promuovere l’evoluzione di tratti comportamentali e tratti correlati se vengono raccolti selettivamente. Come questi schemi agiscano in natura (ovvero nei pesci in libertà) comunque non è chiaro.

L’iniziativa BE-FISH (Pace of life syndromes in fish: Harvesting effects and the role of marine reserves), finanziata dall’UE, intendeva esaminare in che modo sono correlati i tratti comportamentali, relativi al ciclo viale e fisiologici nei pesci in libertà. I ricercatori hanno misurato l’impatto delle attività umane di raccolta e delle riserve marine sui temperamenti dei pesci.

BE-FISH era interessato alle singole differenze comportamentali tra gli individui, sia in cattività che in libertà. In cattività, il comportamento era misurato mediante ripetute analisi comportamentali nelle vasche. In libertà, il comportamento degli stessi individui era monitorato usando la telemetria acustica. Da ogni pesce erano prelevati ulteriori campioni per esaminare tratti del ciclo vitale.

I ricercatori hanno scoperto che il merluzzo può essere valutato per tratti della personalità come ad esempio audacia, esplorazione e aggressività usando analisi standard normalmente usate con piccole specie modello. Essi hanno inoltre mostrato che i punteggi relativi al temperamento sono in una correlazione in base alla quale i pesci reattivi sono diffidenti, poco esploratori e un po’ aggressivi, mentre quelli proattivi sono l’opposto.

Il team ha scoperto che il temperamento del pesce determina il modo in cui esso risponde alla temperatura e la sua sopravvivenza in libertà. In generale, i pesci proattivi non modificano la loro attività anche se l’acqua si riscalda, mentre i pesci reattivi lo fanno, e questo porta a un minore tasso di sopravvivenza per i pesci proattivi.

I risultati del progetto accrescono la conoscenza relativa al potenziale dell’evoluzione indotta dalla pesca sui tratti comportamentali e alle sue conseguenze eco-evolutive.

Informazioni correlate

Keywords

Pesce, raccolta, fisiologia, personalità pesce, BE-FISH, riserve marine, merluzzo