Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

OOCYTE ACTIVATION Risultato in breve

Project ID: 626061
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Regno Unito

Un nuovo fattore prognostico per la sterilità

Gli scienziati europei hanno studiato i determinanti molecolari di attivazione dell’ovocita mediante lo sperma, per risolvere la crescente incidenza di problemi di fertilità. I risultati rivelano il significato prognostico di una proteina specifica presente nello sperma.
Un nuovo fattore prognostico per la sterilità
Durante l’ovulazione, gli ovociti dei mammiferi si arrestano in metafase II e possono lasciare questo stato solamente quando vengono fecondati da uno spermatozoo. Negli ultimi anni, la raccolta di prove ha sostenuto il ruolo cruciale della proteina specifica dello sperma fosfolipasi C ζ (PLCζ) rispetto all’attivazione dell’ovocita.

Sebbene molti casi di infertilità maschile possano essere evitati tramite l’iniezione intracitoplasmatica degli spermatozoi, tale approccio non riesce a trattare la carenza di proteina PLCζ. La proteina PLCζ ricombinante sta emergendo come opzione terapeutica sicura per l’infertilità maschile, ma non vi è alcuna informazione su come ciò interagisca con fattori basati sugli ovociti per la regolazione della funzionalità.

Gli scienziati del progetto OOCYTE ACTIVATION (Oocyte activation and human infertility: Identification and characterisation of a critical oocyte-borne receptor and effects of laboratory procedures upon key proteins involved in oocyte activation), finanziati dall’UE, si sono prefissi di studiare gli schemi di presenza e localizzazione della proteina PLCζ nello sperma umano. A tale scopo, sono stati analizzati campioni da uomini fertili e non fertili.

È stato osservato che, a seguito di un’iniezione intracitoplasmatica, gli schemi di presenza e localizzazione di PLCζ nello sperma umano sono correlati ai tassi di fertilità. Ciò ha suggerito che la proteina PLCζ potrebbe essere utilizzata come indicatore prognostico in specifici casi di infertilità maschile. Gli schemi di localizzazione dell’espressione PLCζ sembrano essere colpiti da danno iatrogenico, ma curiosamente non dall’età.

Collettivamente, le informazioni generate potrebbero trovare applicazione riguardo a diagnosi di sterilità idiopatica e sviluppo di nuove strategie terapeutiche contro la carenza di PLCζ. Poiché una coppia su sette soffre di infertilità, i risultati dello studio vantano importanti implicazioni socio-economiche.

Informazioni correlate

Keywords

Fattore prognostico, fertilità, ovocita, sperma, fosfolipasi C ζ, fecondazione
Numero di registrazione: 190784 / Ultimo aggiornamento: 2016-12-22