Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Modelli di Drosophila di infiammazione intestinale e di cancro

Alcuni scienziati europei hanno lavorato per giungere a comprendere più a fondo le patologie intestinali nell’uomo, l’infiammazione e la formazione di tumori.
Modelli di Drosophila di infiammazione intestinale e di cancro
Spesso, la malattia intestinale viene causata da microbi patogeni che perturbano l’omeostasi epiteliale, provocando l’infiammazione e un indebolimento della risposta immunitaria innata. Continua a essere però difficile da definire la natura molecolare del rapporto tra infezione microbica, infiammazione e cancro.

Tenendo conto delle vie conservate evolutivamente di trasduzione del segnale e carcinogenesi, la Drosophila è un modello idoneo per studiare processi nell’uomo. Il progetto INFECTIONCANCER (Identifying genetic and microbial factors that promote intestinal inflammation and cancer using Drosophila), finanziato dall’UE, ha sfruttato la Drosophila come sistema modello malleabile di infiammazione e carcinogenesi.

Un lavoro precedente compiuto del consorzio aveva dimostrato che i batteri virulenti inducono l’apoptosi dell’enterocita e attivano le cellule staminali endogene perché reintegrino le cellule morenti. In funzione del contesto genetico, questo processo potrebbe condurre alla formazione e alla crescita del tumore. Gli scienziati hanno indagato su moscerini infetti soggetti a displasia intestinale, alla ricerca di geni espressi differenzialmente eventualmente partecipanti all’interazione tra infezione e sviluppo del tumore.

Oltre ai fattori genetici, i ricercatori hanno scoperto che anche la dieta e i batteri intestinali incidono sulla metastasi tumorale. Hanno osservato che i microbi intestinali come la P. aeruginosa e l’E. coli interagiscono tra loro e con l’ospite per indurre oppure perfino inibire l’infiammazione. Riveste particolare importanza la loro scoperta delle composizioni della microflora che influiscono sull’infiammazione intestinale e sono strettamente correlate con particolari stati di malattia.

Per stabilire se tali cambiamenti costituissero una causa reale di infiammazione intestinale, hanno valutato le potenzialità di varie combinazioni di batteri intestinali, per indurre l’infiammazione e la malattia. Hanno scoperto che determinati batteri (tra cui P. aeruginosa ed E. coli) secernono metaboliti che potrebbero indurre direttamente l’infiammazione.

Nel loro complesso, i risultati di INFECTIONCANCER forniscono un collegamento diretto tra la presenza di determinati batteri intestinali e l’infiammazione. Tenendo conto della crescente prevalenza di malattie intestinali e cancro, le informazioni generate potrebbero servire allo sviluppo di misure preventive o alla formulazione di innovativi interventi terapeutici.

Informazioni correlate

Keywords

Drosophila, infiammazione intestinale, cancro, gene, P. aeruginosa, E. coli, microflora