Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Tensioni per la pesca nel Mar Cinese Meridionale

Uno studio dell’UE ha esaminato i conflitti nel Mar Cinese Meridionale in termini di risorse marine. Il conflitto influisce molto sulle comunità nei siti strategici chiave, anche se nuove iniziative governative incoraggiano una utile integrazione attraverso il commercio.
Tensioni per la pesca nel Mar Cinese Meridionale
Il Mar Cinese Meridionale è una regione di conflitto territoriale tra Cina, Vietnam e altri paesi asiatici. I contenziosi territoriali favoriscono ulteriori conflitti riguardanti le risorse marine, inclusa la pesca.

Sostenuto da un finanziamento dell’UE, il progetto MARENCLOSURES (Maritime enclosures. Fishing communities facing the effects of the South China Sea dispute) ha preso in considerazione gli effetti di tali conflitti da prospettive a livello locale.

Il team ha identificato i luoghi strategici chiave cinesi e vietnamiti nel Mar Cinese Meridionale. I ricercatori hanno scoperto che le dispute influiscono duramente sulle comunità in quei luoghi. Là, i paesi organizzano i pescatori in milizie marittime e impongono le operazioni di pesca.

I ricercatori hanno sviluppato una metodologia innovativa, che include la triangolazione di dati storici e materiale proveniente dal lavoro sul campo a livello micro. La ricerca etnografica sul campo ha fornito i nuovi metodi, portando a una nuova analisi di come le comunità interessate rivendicano diritti sulle zone di pesca.

Le scoperte hanno indicato che il mare è una fonte di conflitto, ma è anche un’opportunità. Nuove iniziative legali provenienti da Cina e Vietnam apparentemente promuovono l’integrazione attraverso il commercio marino. Tale commercio, anche se difficile da regolamentare, costituisce una fonte importante di guadagno per i pescatori e per i relativi commercianti coinvolti nel commercio transfrontaliero.

Molti degli studi pubblicati del progetto hanno sottolineato l’effetto sulla pesca del conflitto a livello di paese. Nello specifico, il team si è dedicato alla degradazione ecologica e alla recinzione dei beni comuni. Tali recinzioni soffocano le voci e gli interessi delle locali comunità di pescatori. Un’ulteriore scoperta è stata che i pescatori non sono sempre delle vittime, ma a volte sono anche gli istigatori del conflitto.

Altri studi pubblicati hanno affrontato vari livelli di conflitto tra le comunità di pescatori in termini di religione. L’identificazione religiosa potrebbe essere o non essere esclusiva. Uno studio ha esaminato i collegamenti storici, culturali ed etnici in ogni parte del Mar Cinese Meridionale.

Il progetto MARENCLOSURES ha svelato alcune delle cause e degli effetti del conflitto nell’area oggetto di studio. Un tale lavoro potrebbe fare luce anche su altri conflitti simili.

Informazioni correlate

Keywords

Mar Cinese Meridionale, pesca, risorse marine, MARENCLOSURES, recinzioni marittime
Numero di registrazione: 190845 / Ultimo aggiornamento: 2017-01-12