Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un nuovo modello per tenere conto delle differenze nella comprensione delle parole tra le varie lingue

Un progetto finanziato dall’UE ha cercato di sviluppare un’architettura e modelli di collegamento universali per la gestione delle principali differenze cross-linguistiche tra inglese, ebraico e spagnolo. Il lavoro è stato sostenuto da indagini computazionali mirate, nonché da indagini EEG/ERP comportamentali e pilota.
Un nuovo modello per tenere conto delle differenze nella comprensione delle parole tra le varie lingue
I ricercatori del progetto UNIVERSAL (A universal model of word comprehension) hanno valutato le differenze cross-linguistiche associate al riconoscimento visivo e uditivo delle parole. Hanno anche studiato come queste rappresentazioni sono associate al significato delle parole.

Il lavoro ha dimostrato che i vari modelli pubblicati e le teorie non sono in realtà teorie del linguaggio in generale, ma dell’inglese in particolare. Ha messo in evidenza aspetti importanti dei sistemi di riconoscimento visivo e uditivo delle parole che sono flessibili e in grado di adattarsi ai vincoli specifici imposti da ogni lingua.

La ricerca ha dimostrato che il grado di flusso di informazioni tra le rappresentazioni uditive e visive di parole è mediato dalla coerenza tra grafia-suono e suono e ortografia tra le lingue. UNIVERSAL ha valutato questo in inglese, francese e spagnolo.

Inoltre, i ricercatori hanno collegato il loro lavoro sulla lingua alla ricerca più ampia sull’apprendimento statistico delle regolarità attraverso lo spazio e il tempo. Ciò ha contribuito a evidenziare come le differenze che emergono tra l’elaborazione visiva e uditiva delle parole non può in realtà essere il risultato dell’elaborazione del linguaggio di per sé, ma è invece attribuibile a meccanismi di elaborazione di ambito generale che interagiscono con i vincoli specifici della modalità.

UNIVERSAL ha fatto progressi nel collegare gli studi di lingua a modelli computazionali a livello comportamentale e anche un livello più dettagliato e meccanicamente esplicito nei confronti della misurazione online dei correlati neurali di elaborazione del linguaggio.

Di conseguenza, le teorie e i modelli del progetto avanzano, per la prima volta, una considerazione unificante di vari aspetti dell’elaborazione del linguaggio. Questi possono essere integrati in risultati futuri da una vasta area di ricerca ed essere estesi a sistemi correlati, come la memoria episodica e la memoria semantica, modellando il bilinguismo e le svalutazioni della lingua.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Comprensione delle parole, lingue, differenze cross-linguistiche, riconoscimento delle parole, elaborazione del linguaggio