Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L’importanza di un approccio di consociazione per preservare la diversità culturale e linguistica

Una pietra miliare dell’identità collettiva è il riconoscimento della diversità culturale e linguistica in paesi come il Canada e la Svizzera. Un’iniziativa finanziata dall’UE è partita dalla precedente ricerca comparativa sul multiculturalismo e sull’identità nazionale.
L’importanza di un approccio di consociazione per preservare la diversità culturale e linguistica
Il termine consociazione è usato per descrivere i sistemi politici caratterizzati dalla coesistenza di diverse comunità culturali e linguistiche all’interno di un determinato territorio. Il progetto UNITED BY DIVER-FRI (United by diversity - Management policies of cultural and linguistic diversity in Switzerland and Canada: Two reference laboratories for European Union?) ha proposto che l’obiettivo di una consociazione è quello di garantire la conservazione dei gruppi e la loro autonomia e specificità.

La ricerca del progetto si è basata su un’analisi delle disposizioni costituzionali nella legislazione e nella giurisprudenza, ha pubblicato analisi sociologiche e storiche sull’argomento, e interviste mirate. UNITED BY DIVER-FRI ha dimostrato che una consociazione è soprattutto caratterizzata da come i gruppi convivono all’interno dei loro spazi politici. Pertanto, l’obiettivo perseguito dalle politiche di una consociazione è essenziale per il carattere che la definisce, non per le sue politiche adottate e altri strumenti simili.

Il Canada può essere considerato una consociazione perché lavora per conservare tre gruppi nazionali, ovvero anglofoni, francofoni e popolazioni indigene. Allo stesso tempo, anche se ci sono somiglianze in UE tra le attività dell’unione statale e i meccanismi consociativi, non può essere considerato come una consociazione in quanto non è gestito da un unico governo dotato di un obiettivo.

La ricerca sottolinea che nelle consociazioni l’unità dello Stato è essenziale per garantire il ruolo di mediatore, rappresentante ed ente di controllo tra due o più gruppi. L’analisi e le conclusioni tratte dallo studio comparativo del Canada e della Svizzera evidenziano una serie di misure atte a facilitare la coesistenza armoniosa di gruppi all’interno dell’UE.

UNITED BY DIVER-FRI ha prodotto articoli e una tesi inviate per la pubblicazione a riviste internazionali e case editrici. Nel 2015 ha anche lanciato e promosso il relativo libro “Identité nationale et multiculturalisme: Deux notions antagonistes?”, parte della collezione Classiques Garnier – Littérature, histoire, politique.

Il lavoro ha implicazioni per i regimi politici e le aree che ospitano diversi gruppi culturali, linguistici e religiosi, sottolineando che il riconoscimento, la protezione e la promozione della diversità favorisce la coesione sociale e l’emergere di un’identità collettiva. La sua analisi comparativa e gli esiti promuovono e contribuiscono a una più ampia discussione sulle condizioni odierne dell’UE.

Informazioni correlate

Keywords

Consociazione, diversità culturale e linguistica, identità collettiva, UNITED BY DIVER-FRI