Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

I diritti umani dopo la dittatura

Uno studio sul regime dittatoriale in Grecia (1967-1974) illustra lo sviluppo, la risoluzione e il retaggio della crisi dei diritti umani.
I diritti umani dopo la dittatura
Il progetto GRHR (‘The Greek case’ in the ‘age of human rights’: Reciprocal challenges and mutual effects of the Greek colonels’ dictatorship and the evolution of the international human rights regime), finanziato dall’UE, è stato avviato conducendo oltre 30 interviste riguardanti il caso greco.

Sono stati studiati anche archivi multilingue, tra cui fonti istituzionali, nazionali, internazionali e private. È emerso che la resistenza è riuscita a condurre campagne molto influenti. Pertanto, la tortura è stata riconosciuta come uno dei peggiori abusi dei diritti umani.

Le ricerche d’archivio hanno dato ottimi risultati, che sono stati elaborati in un lungo elenco. Alcuni contenevano gli archivi del Consiglio d’Europa, della Commissione internazionale e della Croce Rossa. Un ulteriore successo è stata la scoperta di un archivio che ha rivelato uno degli opponenti più attivi del regime, che riguardava non solo i diritti umani ma anche la tutela ambientale.

Sono stati redatti tre articoli che dovrebbero essere pubblicati. È stata anche avallata la proposta di un libro da parte della Cambridge University Press.

Il lavoro contribuirà a tradurre gli aspetti riguardanti i diritti umani dalla norma alla pratica in questo campo.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Diritti umani, dittatura, Grecia, GRHR, tortura