Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L’esperienza della schiavitù brasiliana

Dopo gli eventi recenti, un team UE ha esaminato i moderni discorsi brasiliani sulla schiavitù. Lo studio ha concluso che l’argomento stava ugualmente riemergendo nella politica brasiliana, anche se le nuove iniziative apportano vantaggi economici soprattutto a persone di razza caucasica.
L’esperienza della schiavitù brasiliana
Gli archeologi hanno recentemente scoperto le zone portuali a Rio de Janeiro, in Brasile, che erano state usate per la tratta degli schiavi. Poco dopo, un circuito di recente sviluppo del patrimonio africano attraverso Rio ha stimolato ulteriormente la discussione su argomenti relativi alla schiavitù in Brasile.

Il progetto SLAVHERIT (Breaking the silence: Archaeological discoveries and the making of public slave heritage in Rio de Janeiro), finanziato dall’UE, ha esaminato l’etnografia della schiavitù. Il team ha mostrato come il ricordo della schiavitù stia riemergendo nella discussione pubblica in Brasile. Lo studio interdisciplinare ha combinato antropologia, storia, letteratura e politica.

Le principali attività di SLAVHERIT hanno incluso due distacchi prolungati dei ricercatori. Il primo è stato quello di un’università di Rio per due anni, che ha coinvolto la formazione, la ricerca bibliografica e il lavoro sul campo. Il secondo distacco è avvenuto al Kings College di Londra per un anno, e ha compreso la formazione e la diffusione. Il lavoro ha prodotto il completamento di cinque articoli specializzati, tre capitoli di libri e un documentario.

La prima delle tre conclusioni principali è stata che il circuito del patrimonio africano non era soltanto un effetto della scoperta delle banchine degli schiavi di Rio. Il circuito fa parte di un cambiamento a lungo termine nella politica brasiliana. Il progetto ha stabilito che il circuito è stato rivoluzionario in vari modi.

I ricercatori hanno anche messo in evidenza le contraddizioni relative al circuito. In primo luogo, il programma ha coinciso con il rinnovamento urbano della città interna associato a grandi eventi sportivi. Anche se il rinnovo ha arricchito il patrimonio afro-brasiliano, il lavoro ha in realtà spostato i residenti neri. Il Circuito favorisce i ricordi culturali che offrono potenziale di profitto. Inoltre, il processo di evidenziazione del patrimonio nero ha coinvolto principalmente persone bianche, per ragioni economiche.

Infine, il team ha concluso che non vi è alcun reale conflitto tra gli ideali del multiculturalismo e il mix razziale. Tali idee si rafforzano a vicenda.

L’analisi del progetto SLAVHERIT del significato culturale della creazione del Circuito del patrimonio africano ha illustrato il pensiero attuale sulla razza in Brasile. Tale lavoro può aiutare i responsabili politici.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Schiavitù, Brasile, Circuito del patrimonio africano, SLAVHERIT, patrimonio degli schiavi