Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

L’anatomia dei dinosauri spiega l’evoluzione degli uccelli

Un nuovo approccio allo studio dei fossili dei dinosauri potrebbe fare luce sui fattori che hanno determinato i cambiamenti fisici all’origine dell’evoluzione degli uccelli.
L’anatomia dei dinosauri spiega l’evoluzione degli uccelli
Gli uccelli si sono evoluti da un gruppo di dinosauri chiamato teropodi circa 252-66 milioni di anni fa. Il loro caso è particolarmente interessante per i biologi dell’evoluzione per il modo in cui si sono rapidamente diversificati dai teropodi ancestrali in un gran numero di nuove forme e specie.

Gli scienziati, tuttavia, non sono ancora riusciti a chiarire l’origine di questa diversificazione, chiamata radiazione, né con quale velocità si sia verificata l’evoluzione delle nuove specie di uccelli. Il progetto ERB (The origin of novelties and the evolution of biodiversity during the radiation of birds), finanziato dall’UE, ha cercato di scoprire in che modo si sono evolute le diverse parti del corpo dei teropodi fino a dare origine alle caratteristiche tipiche degli uccelli.

Lo sviluppo della capacità di volare ha richiesto cambiamenti anatomici unici che è possibile ricostruire fino ai fossili di teropodi e ai primi uccelli, tuttavia la maggior parte degli studi sull’evoluzione ha preso in esame gli scheletri fossili nel loro complesso e non nelle loro singole parti.

Il team ERB ha esaminato il ruolo svolto da ogni parte del corpo nell’evoluzione dei celurosauri, un sottogruppo di teropodi che include gli antenati degli attuali uccelli. I risultati indicano che varie parti del cranio si sono evolute con velocità differenti nei diversi cladi di celurosauri e che lo scheletro facciale ha subito l’evoluzione più rapida.

Analizzando il resto dello scheletro, il team ha scoperto che alcune parti condividevano la maggior velocità evolutiva tra varie linee di uccelli, mentre in altri i tempi sono stati più lunghi. L’evoluzione più rapida ha interessato in particolare il cingolo scapolare e pelvico e gli arti anteriori e posteriori.

I risultati ottenuti dal progetto ERB evidenziano il ruolo importante dell’evoluzione degli arti nella transizione al volo degli antenati degli uccelli. Tutti i rappresentanti degli Avialae, il gruppo di teropodi che comprende i dinosauri volanti, hanno mostrato una diversità anatomica maggiore rispetto alla maggior parte degli altri cladi, con un picco all’incirca verso 83,6 milioni di anni fa.

La conoscenza della relativa influenza delle regioni anatomiche dello scheletro dei celurosauri sulla radiazione aviaria offrirà una prospettiva funzionale sul motivo per il quale gli uccelli hanno sviluppato i loro tratti distintivi. Ciò potrebbe contribuire a spiegare se la grande diversità degli uccelli sia stata determinata dallo sviluppo del volo o se vi abbiano svolto un ruolo anche altre funzioni anatomiche.

Informazioni correlate

Keywords

Dinosauri, evoluzione degli uccelli, teropodi, radiazioni, anatomico
Numero di registrazione: 190925 / Ultimo aggiornamento: 2017-01-24