Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Migranti e minoranze etniche impiegati nel settore sociale

Un quadro metodologico e analitico innovativo è stato progettato per studiare il ruolo dei lavoratori migranti nelle organizzazioni del settore sociale. È anche servito ad aumentare la ricerca transnazionale e multi-livello.
Migranti e minoranze etniche impiegati nel settore sociale
Poiché il tema dell’immigrazione è alla ribalta negli ultimi anni, il ruolo della migrazione nel settore sociale è diventato più importante. Ciò ribadisce la necessità di esaminare le pratiche di queste organizzazioni, con particolare attenzione al ruolo del personale composto da migranti, rifugiati e appartenenti a minoranze etniche.

Un progetto BROKERING (Employing the Cultural Broker in the Governance of Migration and Integration), finanziato dall’UE, ha cercato di conoscere meglio le esperienze dei membri del personale composto da migranti e minoranze etniche e il modo in cui le loro conoscenze e competenze sono utilizzate nelle organizzazioni del terzo settore. Il ricercatore ha raccolto i dati provenienti da interviste e documenti qualitativi. I paesi casi studio utilizzati sono stati Austria, Paesi Bassi e Regno Unito. Circa due terzi (più di 40) del numero totale di interviste erano con ex rifugiati da un insieme eterogeneo di paesi, tra cui ex Jugoslavia, Filippine, Zimbabwe, Afghanistan, Iraq, Iran, Cecenia e Somalia. Le interviste con i membri del personale hanno riguardato il loro percorso, le loro conoscenze e le relazioni con “clienti”, colleghi e volontari.

I risultati hanno mostrato che il terzo settore dei migranti è diventato un’importante nicchia di mercato del lavoro per i rifugiati, gli altri migranti e le minoranze etniche con una buona istruzione, che incontrano difficoltà a ottenere un adeguato accesso al mercato del lavoro a causa di fattori come la discriminazione e le barriere linguistiche. Ciò che è necessario è un più profondo apprezzamento dei tipi di conoscenza che questo personale può apportare, al di là delle competenze linguistiche.

Questa ricerca sarà utile ad aprire ed espandere le conversazioni sulla diversità e può contribuire ad aumentare la diversità a livello di coordinamento e di gestione. Inoltre, può aumentare la consapevolezza tra i manager, in particolare nel settore pubblico, e assistere i responsabili politici in materia di occupazione dei profughi.

Informazioni correlate

Keywords

Minoranze etniche, lavoratori migranti, crisi migratoria, rifugiati, diversità, mediazione
Numero di registrazione: 190957 / Ultimo aggiornamento: 2017-01-26