Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La riabilitazione post-ictus diventa personalizzata e interattiva

Gli importanti costi socioeconomici dell’ictus abbinati alla crescita della popolazione anziana in Europa evidenziano la necessità di programmi di riabilitazione post-ictus efficaci ma dai costi contenuti. A tale proposito alcuni ricercatori dell’UE hanno fatto importanti progressi grazie a nuovi paradigmi riabilitativi.
La riabilitazione post-ictus diventa personalizzata e interattiva
Gli strumenti riabilitativi mediati dal computer richiedono un alto livello di controllo motorio e sono quindi inadeguati per pazienti con deficit significativi di controllo motorio. Per questo molte persone che sopravvivono a un ictus non possono beneficiarne. Il progetto REHABNET (REHABNET: Neuroscience based interactive systems for motor rehabilitation) ha trovato un approccio innovativo per affrontare questa importante necessità.

I ricercatori sono riusciti a sviluppare un ibrido di interfaccia cervello-computer (brain-computer interface, BCI) con sistema di realtà virtuale (virtual reality, VR) che valuta la capacità dell’utente modificando dinamicamente il proprio livello di difficoltà. Questo sistema BCI basato sulle immagini è messo a punto per rispondere alle esigenze dei pazienti utilizzando un ambiente di VR per allenamento di gioco abbinato a neuroterapia tramite tecnologie di rilevamento multimodale.

Gli scenari di allenamento di gioco si rivolgono alle capacità sia cognitive che motorie. I quattro scenari di riabilitazione includono allenamento motorio bimanuale, duplice allenamento cognitivo motorio-motorio e una città virtuale per l’allenamento nelle attività della vita quotidiana.

Studi pilota e longitudinali hanno dimostrato i benefici dell’allenamento VR longitudinale rispetto ai regimi di riabilitazione esistenti. Anche i questionari self-report hanno rivelato un’accettazione più alta del nuovo sistema da parte degli utenti.

Progettato per l’impiego domiciliare, il kit di strumenti REHABNET è disponibile globalmente come app gratuita indipendente da qualsiasi piattaforma (Reh@Mote). Oltre a informazioni più approfondite sui fattori che influenzano la ripresa post-ictus ciò potrebbe contribuire a un ulteriore miglioramento delle strategie di riabilitazione. Cosa più importante, questo kit di strumenti a basso costo potrebbe rivolgersi anche alle necessità di pazienti con gravi deficit motori e cognitivi. Sono in corso attività per favorirne il futuro sfruttamento economico tramite un accordo di trasferimento di tecnologia.

Informazioni correlate

Keywords

Riabilitazione post-ictus, controllo motorio, REHABNET, interfaccia cervello-computer, realtà virtuale