Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuova metodologia per la sintesi di nanomateriali

Lo sfruttamento dei nanomateriali nella ricerca biomedica è in rapida espansione. Ciò richiede tuttavia la sintesi su misura e controllata di specifiche nanostrutture.
Nuova metodologia per la sintesi di nanomateriali
I recenti avanzamenti nell’auto-assemblaggio di copolimeri a blocchi hanno permesso la precisa produzione di nanostrutture ben definite, come per esempio i cilindri monodispersi caratterizzati da lunghezza controllata con precisione. Tuttavia, a differenza delle micelle sferiche, il controllo delle loro dimensioni tramite solventi rilevanti a livello biologico ha rappresentato una sfida significativa.

Il progetto ANIM (Precisely defined, surface-engineered nanostructures via crystallization-driven self-assembly of linear-dendritic block copolymers), finanziato dall’UE, si è prefisso di produrre materiali precisamente progettati per applicazioni biomediche. Verso tale obiettivo, inizialmente è stata testata la sintesi e l’auto-assemblaggio di copolimeri a blocchi lineari e dendritici aventi diverse architetture. Tuttavia, i problemi con gli effetti sterici dei blocchi dendritici hanno comportato un passaggio verso un metodo che potrebbe produrre copolimeri anfifilici lineari a spazzola e composti da blocchi.

L’auto-assemblaggio del nuovo polimero sintetizzato è stato studiato in varie condizioni. L’approccio di autoassemblaggio guidato dalla cristallizzazione ha portato alla produzione di micelle cilindriche di dimensioni contenute. Ciò è stato ottenuto mediante l’utilizzo di dimetilformammide, seguito da dialisi relativa all’acqua. In maniera interessante, queste comicelle caricate positivamente potrebbero legarsi al DNA, dimostrando la loro potenziale applicazione come vettori di geni. I risultati preliminari hanno dimostrato che tali comicelle sono state efficientemente assorbite dalle cellule tumorali HeLa.

Nel complesso, il metodo ANIM ha generato nanostrutture con elevata precisione, caratterizzate da un grosso potenziale di funzionalizzazione. Questo approccio è stato esteso ai copolimeri a blocchi a base di acido polilattico, i quali rappresentano sistemi di rilascio controllato dei farmaci maggiormente rilevanti a livello biologico.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Nanomateriali, micella, ANIM, copolimero lineare a spazzola composto da blocchi, DNA
Numero di registrazione: 191051 / Ultimo aggiornamento: 2017-02-09