Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Biodiversità ad altitudini diverse

Per molte persone dei paesi in via di sviluppo la sanità dipende dalla medicina tradizionale, che è legata alla comprensione della biodiversità delle piante. La ricerca ha gettato nuova luce su come il cambiamento di altitudine possa influenzare la storia evolutiva e la biodiversità delle piante.
Biodiversità ad altitudini diverse
La vita umana dipende dalla biodiversità dei fiori da millenni e le risorse biologiche sono ancora di fondamentale importanza per il sostentamento umano. Capire in che modo gli esseri umani hanno bisogno della natura per il sostentamento è un importante obiettivo della ricerca sulla biodiversità e l’etnobotanica.

L’iniziativa BIODIVERSITYALTITUDE (Plant evolutionary and ethnobotanical diversity changes along an altitudinal gradient), finanziata dall’UE, ha lavorato per portare alla luce le tendenze del ricambio della biodiversità ad altitudini diverse usando metodi diversi. I ricercatori hanno fatto luce sui processi che danno forma alla biodiversità delle piante e all’uso delle piante in ecosistemi che cambiano.

Per capire meglio questi processi, i ricercatori hanno usato grandi set di dati sulla biodiversità e diversi metodi comparativi moderni.

BIODIVERSITYALTITUDE ha scelto il gradiente altitudinale dell’Himalaya nepalese, una zona ideale per studiare la diversità etnobotanica per la presenza della medicina tradizionale a base di erbe. I ricercatori hanno collazionato database delle altitudini delle piante e dei loro usi e hanno generato una filogenesi a livello del genus della flora.

I ricercatori hanno scoperto che la biodiversità delle piante inizialmente aumenta con l’altitudine, finché non raggiunge un picco di diversità a circa 1 300-1 800 m, dopo di che diminuisce con l’altitudine. BIODIVERSITYALTITUDE ha dimostrato che le strategie di salvaguardia dovrebbero tener conto della storia evolutiva, perché la minore diversità delle specie ad altitudini maggiori non implica necessariamente una comunità meno varia.

In uno studio aggiuntivo, BIODIVERSITYALTITUDE ha studiato le tendenze della palma in America del sud. I ricercatori hanno scoperto che la dipendenza dalla disponibilità potrebbe aver limitato l’uso etnico della diversità delle piante selvatiche perché alcuni cladi rari ma importanti potrebbero essere stati trascurati.

Questi risultati sono importanti per la ricerca sulla biodiversità e i servizi dell’ecosistema e possono essere usati in programmi di salvaguardia. Questo potrebbe aiutare a conservare la resilienza dell’ecosistema per far fronte alle esigenze sociali in un mondo che cambia.

Informazioni correlate

Keywords

Medicina tradizionale, diversità delle piante, storia evolutiva, etnobotanica, BIODIVERSITYALTITUDE