Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ISCOBRA Risultato in breve

Project ID: 628785
Finanziato nell'ambito di: FP7-PEOPLE
Paese: Francia

Una migliore collaborazione per l’innovazione biologica

Un’iniziativa dell’UE ha proposto di cambiare il modo in cui gli scienziati e le istituzioni si scambiano i materiali biologici e le relative idee, spianando la strada verso una bioeconomia.
Una migliore collaborazione per l’innovazione biologica
Negli ultimi anni gli scienziati hanno compiuto enormi progressi nella trasformazione dei materiali biologici in prodotti industriali. Un’economia che include prodotti come i biocarburanti, le bioplastiche e vaccini, ormoni e farmaci ricavati da fonti biologiche viene chiamata bioeconomia.

Scoprire modi per convertire le risorse biologiche in energia, sostanze chimiche e materiali richiede un sistema che sostiene l’innovazione e la collaborazione scientifica. Benché condividere idee e convogliare risorse promuoverebbe l’innovazione, la tendenza globale attuale verso la regolamentazione e protezione delle risorse biologiche impedisce il progresso.

L’iniziativa ISCOBRA (Global challenges and bio-based economy: Assessing institutional structures, constraints and outcomes of bio-based research in agriculture (ISCOBRA)), finanziata dall’UE, ha studiato come le politiche nazionali e regionali incidono sull’accesso degli scienziati ai materiali biologici, e come questo influisce sulla collaborazione scientifica internazionale. Attraverso una migliore comprensione degli attuali accordi tra istituzioni e scienziati impegnati nella ricerca sulla biodiversità in agricoltura, ISCOBRA auspicava di migliorare il flusso internazionale di materiali biologici e idee.

I ricercatori hanno sviluppato un quadro analitico per la collaborazione globale complessa che coinvolge persone e risorse sparse su grandi distanze e per la regolamentazione dello scambio dei materiali biologici. I risultati sono stati testati usando i dati di un sondaggio nazionale sull’analisi di come gli scienziati si scambiano e usano materiali microbici, bestiame, acquatici e entomologici.

Scoprendo che i rapporti nelle collaborazioni tra personale, risorse, capacità, conoscenze e programmi diversi erano instabili, ISCOBRA ha studiato i meccanismi per costruire la fiducia. Casi di studio di progetti di ricerca globali selezionati hanno inoltre rivelato i punti di forza e debolezza di vari accordi per lo scambio di materiali e la condivisione dei dati.

Partendo da questi risultati, i ricercatori hanno identificato le principali aree in cui si potrebbe migliorare la gestione delle collaborazioni nell’ambito di iniziative internazionali complesse. Questo contribuirà a informare meglio le politiche che vengono attualmente attuate in Europa e che potrebbero influire sulla capacità degli scienziati di acquisire nuovi materiali per le loro ricerche.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Innovazione, materiali biologici, bioeconomia, ISCOBRA, agricoltura
Numero di registrazione: 191135 / Ultimo aggiornamento: 2017-02-16