Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Composti naturali contro i disturbi neurodegenerativi

L’aumento dell’aspettativa media di vita ha portata alla crescita dei disturbi neurodegenerativi. Dal momento che i trattamenti esistenti sono solo sintomatici vi è urgente necessità di una cura.
Composti naturali contro i disturbi neurodegenerativi
Le malattie di Alzheimer e Parkinson sono causate dall’infiammazione delle cellule del sistema nervoso che causa una perdita di funzione e comunicazione sinaptica. Il trattamento con proteine neurotrofiche come il fattore di crescita nervoso che promuove la crescita delle cellule neuronali è stato ostacolato dalla consegna insufficiente al cervello a causa della barriera ematoencefalica. L’ideale sarebbero quindi mimetici idrofili delle neurotrofine in grado di attraversare la barriera ematoencefalica.

Per affrontare questo problema i ricercatori del progetto SYNEUROUT (Total synthesis of (2R)-hydroxy-norneomajucin and biological evaluation of neurite outgrowth), finanziato dall’UE, hanno proposto di utilizzare molecole estratte da prodotti naturali. Il loro lavoro si è concentrato sul prodotto naturale (2R)- hydroxy-norneomajucin, che viene isolato dai frutti della pianta Illicium jiadifengpi e presenta eccellente attività di promozione della crescita neuritica. Ma la resa estrattiva estremamente ridotta della molecola ne ostacolava l’uso farmacologico.

Per superare questo problema gli scienziati di SYNEUROUT si sono dedicati alla chimica organica di sintesi e hanno ottimizzato le primi 12 fasi della sintesi totale con un’eccellente resa totale. Sono stati fatti anche notevoli sforzi per la creazione dell’analisi delle cellule neuronali per valutare le capacità di crescita neuritica di diversi composti standard e sconosciuti.

Nel loro insieme le attività dello studio hanno enfatizzato l’importanza dei prodotti naturali nella scoperta dei farmaci e posto le basi per la ricerca futura nel settore. Il prossimo passo pianificato dai ricercatori è lo svolgimento di studi sulla relazione struttura-attività per migliorare l’attività del composto e identificarne i target nel corpo. Ciò permetterebbe loro di comprendere i meccanismi alla base dell’effetto neuroprotettivo di (2R)-hydroxy-norneomajucin e potenzialmente di identificare ulteriori composti per gli stessi target.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Composti naturali, neurodegenerativo, SYNEUROUT, (2R)-hydroxy-norneomajucin, crescita neuritica