Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Riconoscimento per la Via Egnatia

Un team finanziato dall’UE ha combinato la ricerca multidisciplinare con tecnologie d’avanguardia per ricostruire per la prima volta in assoluto una via culturale tardomedievale e della prima età moderna.
Riconoscimento per la Via Egnatia
Una via culturale è per definizione una via che ha le proprie dinamiche e funzionalità specifiche e storiche. Nota come una delle più importanti vie culturali dell’Europa, la Via Egnatia fu costruita dai romani nel secondo secolo a.C. per collegare il Bosforo al Mare Adriatico.

Essa percorre una distanza di 1 120 km e nel tempo divenne la via europea più trafficata per il commercio, gli scambi culturali, le guerre, la diplomazia e i pellegrinaggi.

Da un progetto ingegneristico in Grecia – conosciuto come Egnatia Odos e che segue pressoché il percorso della via storica – sono risultati scavi di recupero e importanti nuove scoperte. Eppure, la Via Egnatia non è inclusa nell’elenco di vie culturali del Consiglio d’Europa, rimanendo quindi culturalmente esclusa. Il progetto THE VIA EGNATIA (The Via Egnatia: The archaeology of a European cultural route) ha fornito il primo studio della via nel suo complesso.

La ricerca riguardava il periodo 1204-1501 ed è stata condotta una formazione sulle nuove tecnologie. Le visite archeologiche, che spaziavano dalla Turchia all’Albania, sono state vitali per la mappatura della via e per visualizzare il suo ambiente costruito. Durante il lavoro si è anche evoluta la riscoperta, ricezione, distruzione e registrazione del patrimonio antico e medievale dell’Egnatia nel periodo tardomedievale e moderno.

Sono stati presentati documenti durante incontri di ricerca nazionali e internazionali in Grecia, Spagna, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti. Iniziative di workshop e conferenza si sono concentrate sulla graduale trasformazione del paesaggio balcanico nell’ambito della storia del Mediterraneo orientale, la ricezione e l’archeologia del patrimonio culturale antico e medievale da parte dei viaggiatori moderni, e l’Egnatia nell’era digitale. Inoltre, iniziative didattiche correlate alla Via Egnatia per gli alunni della scuola primaria e secondaria a Cambridge (Massachusetts, Stati Uniti) e a Salonicco (Grecia) sono stati collegati a un programma di partenariato culturale transnazionale finanziato dall’UE tra Grecia, Ungheria e Polonia.

I risultati includono formazione nelle tecnologie spaziali e visuali, piattaforme digitali, strategie e innovazione.

Informazioni correlate

Keywords

Via Egnatia, percorso culturale, Egnatia Odos, archeologia, piattaforme digitali
Numero di registrazione: 198638 / Ultimo aggiornamento: 2017-05-30