Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Patrimonio e potere degli imperatori romani

Un team ha studiato la distribuzione geografica e l’impatto economico, sociale e politico delle proprietà degli imperatori romani in Asia Minore. I risultati forniscono una migliore comprensione di come gli imperatori usavano il loro patrimonio come strumento politico e fonte di potere.
Patrimonio e potere degli imperatori romani
Le proprietà durante la dominazione romana comprendevano proprietà terriere, pascoli, boschi, miniere e cave. Quando il proprietario dei beni è il leader di un impero e uno dei leader dell’economia globale, è possibile tracciare un’uniformità transregionale nei modelli di sfruttamento. Dai primi anni trenta non veniva effettuato alcun studio importante sullo sviluppo e sull’utilizzo dei beni, nonostante il notevole numero di nuovi documenti. Il progetto LANCRAM (The land of Caesar: Geography and economy of the imperial properties in Roman Asia Minor), finanziato dall’UE, ha voluto colmare questa lacuna.

Il lavoro è partito dall’aggiornamento della base documentaria con nuove scoperte epigrafiche che hanno avuto luogo negli ultimi decenni e dal loro inserimento in un database digitale. L’approccio era interdisciplinare in quanto combinava la ricostruzione geografica con lo studio amministrativo, economico e sociale. Sono state considerate tutte le persone legate al patrimonio imperiale, compresi gli inquilini, gli amministratori (procuratori) e gli schiavi liberati. Il database funge sia da archivio di documenti che da strumento di ricerca per la collocazione dei documenti nei rispettivi contesti geografici e sociali.

Hanno avuto luogo tre seminari, riguardanti diversi gruppi sociali affiliati allo sfruttamento e alla gestione delle proprietà. Essi hanno compreso anche il modo in cui la presenza dell’Asia Minore nell’Impero romano ha modellato e influenzato l’economia e un’analisi approfondita di importanti fonti archeologiche ed epigrafiche provenienti da regioni al di fuori dell’Asia Minore.

È in corso il lavoro su una monografia sulla storia delle proprietà imperiali in Asia Minore. I risultati e la metodologia innovativa di LANCRAM sono stati fondamentali per garantire il finanziamento da parte del CER di PATRIMONIVM (ERC-StG 716375).

Informazioni correlate

Keywords

Imperatori romani, distribuzione geografica, Asia Minore, LANCRAM, proprietà imperiali