Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuovi compositi polimerici per la bioelettronica organica

L’evoluzione della scienza dei materiali conosce un rapido avanzamento con gli scienziati che prendendo ispirazione dalla natura. In questo contesto, un progetto finanziato dall’UE ha sviluppato dei materiali per nuove applicazioni nella vasta area della bioelettronica organica.
Nuovi compositi polimerici per la bioelettronica organica
Il progetto POLYMED (Novel conducting polymer composites for applications in medicine) ha forgiato una collaborazione tra esperti gruppi di ricerca in Europa, negli Stati Uniti e in Canada al fine di promuovere il progresso della bioelettronica organica, attraverso lo sviluppo di nuovi materiali. Le tecnologie in questione potrebbero essere utilizzate nei sensori biologici in ambito sanitario e nelle protesi.

Una stretta comunicazione e collaborazione tra studenti e partner fin dall’inizio del progetto ha consentito di compiere progressi eccezionali per tutto il periodo del suo svolgimento. Il progetto POLYMED ha raggiunto tutti i suoi traguardi e obiettivi tecnici.

I transistor elettrochimici organici (organic electrochemical transistor, OECT), in cui gli ioni penetrano una pellicola polimerica e ne modulano la conducibilità, possono trasdurre i segnali ionici in segnali elettronici. Come risultato, tali dispositivi si rivelano dei rilevatori biologici ideali e possono essere costruiti con materiali biocompatibili.

I ricercatori del progetto POLYMED hanno sviluppato con successo una piattaforma di materiali di prima generazione per i semiconduttori organici. Incorporando gli eteri corona, è possibile controllare uno specifico flusso di ioni.

Sono anche stati sviluppati criteri per la progettazione di materiali che permettono il flusso degli ioni nei singoli componenti. Le strategie di fusione di materiali hanno ulteriormente promosso il passaggio degli ioni. Per valutare la velocità di flusso relativo a ioni e protoni, gli scienziati hanno sviluppato un metodo per sistemi di materiali a base organica.

Il nuovo sistema di materiali fornirà la base per la produzione di OECT che funzionano in modalità di accumolo. I benefici rispetto alla modalità di riduzione includono un rendimento accelerato e una stabilità in ambiente acquoso.

Le riviste di alto profilo Nature Communications, Royal Society of Chemistry e Nature Scientific Reports hanno pubblicato articoli sui risultati della ricerca POLYMED. Gli etilometri monouso in cartone, i LED organici e le celle solari ad alta efficienza rappresentano solo alcune delle aree in cui la tecnologia POLYMED può fare la differenza.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Compositi polimerici, POLYMED, sensori biologici, semiconduttori organici, flusso di ioni