Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un nuovo studio sui ceppi più invasivi della Salmonella

I ricercatori europei hanno sviluppato una nuova metodologia per identificare i meccanismi patogeni di un isolato invasivo di Salmonella. I risultati ottenuti dallo studio potranno servire per fornire una maggiore protezione alle popolazioni africane.
Un nuovo studio sui ceppi più invasivi della Salmonella
La Salmonella enterica serovar Typhimurium (S. Typhimurium) provoca la gastroenterite negli esseri umani. Le varianti ST313 S. Typhimurium endemiche nell’Africa sub-sahariana, tuttavia, portano alla malattia invasiva nei soggetti suscettibili HIV+, malarici e malnutriti. Questi isolati mostrano un fenotipo con resistenza multipla agli antibiotici, che richiede la sostituzione delle terapie convenzionali con interventi alternativi.

Recentemente, il sequenziamento genomico di un isolato ST313 (ceppo D23580) ha dimostrato un livello relativamente elevato di pseudogeni, molti dei quali sono presenti nei genomi della Salmonella tifoidale. Questo dato suggerisce che gli isolati ST313 abbiano subito un adattamento a una nicchia unica in Africa. L’obiettivo principale del progetto DISTINCT (Determining how invasive S. Typhimurium infects human cells by transposon-insertion sequencing) era l’identificazione dei fattori che hanno permesso agli isolati di S. Typhimurium ST313 di provocare la malattia invasiva.

I ricercatori hanno utilizzato il sequenziamento di inserimento del trasposone per identificare i geni batterici responsabili della sopravvivenza all’interno dei macrofagi derivati da monociti del sangue umano. Il team ha generato una serie di mutanti di trasposone nell’S. Typhimurium ST313, ceppo D23580, eseguendo esperimenti di resistenza competitiva in diverse condizioni rilevanti per l’infezione. Le condizioni della crescita riflettevano l’ambiente interno al macrofago e le condizioni che supportano la patogenicità dell’S.Typhimurium.

Gli scienziati hanno analizzato i dati del sequenziamento di inserimento del trasposone, confrontandoli direttamente con le sequenze pubblicate della Salmonella e identificando specifiche caratteristiche di resistenza del D23580 nelle cellule umane. Questi geni “specifici degli esseri umani” rappresentano obiettivi importanti per lo sviluppo di nuove terapie e per migliorare i vaccini contro la Salmonella.

Considerato che la resistenza agli antibiotici è diventata un grave problema di salute pubblica in tutto il mondo, lo sviluppo di nuove terapie mirate richiede una comprensione approfondita dei meccanismi della patogenesi. L’approccio del progetto DISTINCT alla mutagenesi potrebbe consentire di identificare i geni associati alla virulenza, aprendo la via verso nuove terapie antibatteriche.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

S. Typhimurium, ST313, DISTINCT, sequenziamento di inserimento del trasposone, macrofago
Numero di registrazione: 198788 / Ultimo aggiornamento: 2017-06-08