Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Uno sguardo in profondità sulla traslazione di proteine virali

Alcuni ricercatori europei hanno sviluppato una tecnica innovativa per indagare sul meccanismo di sintesi delle proteine virali. I loro risultati presentano vaste implicazioni per la prossima generazione di terapie antivirali.
Uno sguardo in profondità sulla traslazione di proteine virali
Il norovirus, componente della famiglia dei virus a piccolo RNA, rappresenta la principale causa di gastroenterite nel mondo. Recenti prove ottenute su persone anziane e pazienti immunodepressi (ad esempio persone sottoposte a chemioterapia) indicano tassi elevati di mortalità e morbilità. Nonostante le vaste ricerche, attualmente non esistono cure in grado di tenere sotto controllo in modo efficace l’infezione da norovirus.

Durante l’infezione virale, il sistema della cellula ospite viene sfruttato per produrre le proteine virali necessarie per la replicazione e la propagazione. I virus sono in competizione con i RNA messaggeri della cellula ospite per servirsi del sistema di produzione delle proteine attraverso meccanismi di cui si sa poco. Il norovirus favorisce la produzione di proteine virali attraverso l’interazione di fattori cellulari con una proteina virale denominata VPg, connessa al genoma del RNA virale.

Per raggiungere tale obiettivo, il progetto INITIATING NOROVIRUS (Delineating the novel mechanism of VPg dependent virus translation initiation), finanziato dall’UE, si è proposto di sviluppare una potente tecnica per lo studio dei meccanismi di traslazione delle proteine nelle cellule infettate da virus. Il sistema di ricostituzione della traslazione in vitro nei mammiferi ha agevolato le indagini sui meccanismi di sintesi delle proteine virali e ha favorito l’identificazione di proteine cellulari essenziali per tale funzione.

I ricercatori hanno purificato i fattori di traslazione nei mammiferi e le subunità ribosomiali, valutando poi gli effetti di ciascuna di tali proteine sulla traslazione dipendente da VPg. Hanno anche inventato tecniche sperimentali per determinare la struttura presente nella regione prossimale alla VPg, che ne causa l’interazione con il RNA virale. La mappatura di tale interazione tra proteina VPg e RNA sarà utile a formulare un quadro dettagliato delle modalità di assemblaggio di tali complessi di traslazione virale.

Nel complesso, si prevede che una comprensione più approfondita dei meccanismi molecolari per la sintesi di proteine dipendenti da VPg risulterà utile ai ricercatori per capire come la traduzione cellulare canonica differisca dalla sintesi di proteine virali. Tale conoscenza, a sua volta, fornirà bersagli per lo sviluppo di nuove terapie antivirali.

Informazioni correlate

Argomenti

Life Sciences

Keywords

Terapie antivirali, norovirus, RNA, proteina VPg, INITIATING NOROVIRUS
Numero di registrazione: 198793 / Ultimo aggiornamento: 2017-06-08