Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

OPTICS Risultato in breve

Project ID: 605426
Finanziato nell'ambito di: FP7-TRANSPORT
Paese: Belgio

Valutare l’efficacia della ricerca in materia di sicurezza dell’aviazione europea

L’Europa sta finanziando la giusta ricerca sulla sicurezza che le permetterà di raggiungere i suoi obiettivi di Flightpath 2050? Questa è la domanda a cui i ricercatori del progetto OPTICS, finanziato dall’UE, intendevano rispondere.
Valutare l’efficacia della ricerca in materia di sicurezza dell’aviazione europea
Flightpath 2050, la visione europea dell’aviazione, ritiene che i passeggeri e il trasporto merci debbano godere di servizi di viaggio efficienti, senza soluzione di continuità e globali basati su un sistema di trasporto aereo resiliente profondamente integrato con altre modalità di trasporto. Tale sistema integrato è necessario per soddisfare la crescente domanda di viaggi e per affrontare eventi imprevedibili.

Tuttavia, per arrivare a questo punto sono richiesti diversi livelli di ricerca condotti su una traiettoria decennale. Affinché questa ricerca porti avanti progressivamente la sicurezza dell’aviazione dell’UE verso il suo obiettivo del 2050, è necessaria una valutazione regolare della ricerca finanziata, il che è esattamente ciò che il progetto OPTICS ha voluto fare.

“Il team di OPTICS ha valutato più di 200 progetti di ricerca in materia di sicurezza dell’aviazione in tutta Europa, dagli studi su come riconquistare il controllo di un velivolo ad una serie di misure per combattere i rischi di formazione di ghiaccio a terra e in altitudine,” afferma il project manager Barry Kirwan.

Risultati oggettivi

Utilizzando una solida metodologia, i ricercatori hanno condotto una valutazione oggettiva dei progetti relativi alla sicurezza dell’aviazione 7º PQ e Orizzonte 2020 . Si sono concentrati sulla valutazione del grado in cui il progetto affrontava i settori e le questioni principali di sicurezza, del suo livello di maturità e sulla probabilità che sarebbe stato attuato in sistemi reali di aviazione. “Il nostro primo successo è stato una conferma che questo tipo di valutazione può essere effettivamente svolto in modo obiettivo, credibile e ripetibile,” afferma Kirwan.

In seguito, i ricercatori hanno rivolto la loro attenzione a progetti di grande portata come l’iniziativa SESAR e Clean Sky per valutare i loro progressi nell’avanzamento di tecnologie all’avanguardia. “Qui abbiamo scoperto che questi grandi programmi, che coinvolgono molti partner industriali, sono stati più adatti a trasferire la ricerca sulla sicurezza in operazioni reali,” spiega Kirwan.

Secondo Kirwan, questa constatazione dà alla Commissione europea spunti di riflessione sul modo migliore per finanziare la ricerca per garantire un ritorno sugli investimenti. “La prospettiva di OPTICS è che è meglio avere una miscela di progetti più piccoli, in cui possono verificarsi vere innovazioni e una ricerca rivoluzionaria, oltre a programmi industriali su larga scala che assicurano che le buone idee vengono assorbite dall’industria,” aggiunge. “Dopotutto, non c’è motivo di effettuare la giusta ricerca se non va mai al di là dei laboratori e dei documenti di ricerca.”

Rivalutare il modello commerciale europeo di ricerca sulla sicurezza aerea

Sulla base di questa ricerca, il progetto fornisce una migliore comprensione del modello commerciale europeo di ricerca sulla sicurezza aerea. Prima di OPTICS, la percezione comune era che la ricerca si svolge in base alle esigenze, maturando gradualmente fino a quando non viene finalmente raccolta dall’industria e attuata. Ciò che OPTICS ci insegna è che non è così. “Alcune idee non sembrano migrare alle effettive operazioni di volo e ai sistemi di supporto, anche se sono dimostrabilmente utili per la sicurezza e potrebbero salvare vite,” dice Kirwan. “In altre parole, sebbene l’Europa stia facendo in gran parte la giusta ricerca, è necessario migliorare il modo in cui procediamo in questa ricerca e decidere come sfruttare i suoi risultati.”

Nei mesi finali del progetto, che terminerà nell’agosto del 2017, i ricercatori si concentreranno sulla fornitura di azioni per colmare questa lacuna. Inoltre, il progetto si sta preparando ad ampliare il suo campo di applicazione per includere la sicurezza attraverso una successiva proposta già presentata.

Informazioni correlate

Argomenti

Transport

Keywords

OPTICS, aviazione, sicurezza, Flightpath 2050, ricerca nel settore dell’aviazione, ricerca sulla sicurezza dell’aviazione
Numero di registrazione: 198859 / Ultimo aggiornamento: 2017-06-07