Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Sostenibilità sociale nei quartieri compatti

I ricercatori finanziati dall’UE hanno esaminato come la forma urbana compatta possa promuovere la sostenibilità sociale delle aree intermedie di vicinato nelle città che affrontano sfide socio-culturali. I risultati contribuiranno a migliorare la politica relativa alla progettazione degli spazi di quartiere.
Sostenibilità sociale nei quartieri compatti
I ricercatori finanziati dall’UE hanno esaminato come la forma urbana compatta possa promuovere la sostenibilità sociale delle aree intermedie di vicinato nelle città che affrontano sfide socio-culturali. I risultati contribuiranno a migliorare sia la progettazione di spazi di vicinato che la politica relativa ad essi.

Il progetto COMPACTABILITY (Contribution of compact neighbourhoods to social sustainability) ha indagato sulla sostenibilità sociale dei quartieri compatti in quattro quartieri di casi studio in Germania e nel Regno Unito. Le principali domande della ricerca si concentravano su: le qualità chiave del quartiere compatto e la sostenibilità sociale, la misurazione degli indicatori e la loro interconnessione.

I ricercatori hanno raccolto dati su due città di Berlino (Klausenerplatz e Samariterkiez) e due a Londra (Kilburn e Bethnal Green). I tre temi principali riguardavano la forma urbana, l’attività sociale e la sostenibilità sociale.

L’analisi delle forme urbane ha permesso una conoscenza approfondita delle qualità fondamentali dello spazio di vicinato. La mappatura delle attività sociali ha fornito approfondimenti sul modello spaziale, di genere e di età delle attività sociali negli spazi pubblici del quartiere. Per il terzo argomento, varie analisi hanno rivelato le percezioni e le valutazioni degli abitanti delle diverse qualità della sostenibilità sociale.

Tutti e quattro i casi presentano notevoli differenze in relazione alla forma urbana. Ad esempio, i casi tedeschi presentano una densità di popolazione più elevata e un uso più misto della terra rispetto ai casi britannici.

Lo spostamento è stato in tutti i casi l’attività di gran lunga più dominante. Non è stata rilevata alcuna differenza di genere rilevante per quanto riguarda il numero totale di attività nello spazio di quartiere, ma COMPACTABILITY ha trovato differenze significative di età: le persone anziane e gli adolescenti utilizzano meno lo spazio di quartiere rispetto agli adulti.

Le strutture urbane di base sono molto accessibili in tutti i quartieri dei casi di studio. Camminare e andare in bicicletta è risultato di gran lunga il mezzo più utilizzato per effettuare le commissioni, e la sicurezza e la qualità di sistemazione domestica si pongono rispettivamente al secondo e terzo posto.

Agli indicatori e alle misure correlate è stato dato un punteggio da 0 a 200, offrendo un “valore sociale di sostenibilità” ad ogni quartiere. Con un valore sociale di sostenibilità di 128,40, Klausenerplatz è stato considerato il quartiere più socialmente sostenibile, seguito da Kilburn (122,02), Samariterkiez (121,53) e Bethnal Green (119,84).

I risultati di COMPACTABILITY hanno fatto luce sui diversi aspetti della vita di un quartiere. Gli sforzi di ricerca hanno portato a raccomandazioni pratiche per promuovere la sostenibilità sociale a livello di vicinato.

Informazioni correlate

Keywords

Forma urbana, attività sociale, sostenibilità sociale, quartieri compatti, COMPACTABILITY
Numero di registrazione: 198877 / Ultimo aggiornamento: 2017-06-16