Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

TRIMSCAN Risultato in breve

Project ID: 605758
Finanziato nell'ambito di: FP7-SME
Paese: Spagna

Un’analisi automatizzata del contenuto di grassi dei prodotti a base di carne

Il contenuto di grassi negli scarti delle carni incide sul prodotto finale, ma le tecniche di controllo della qualità attualmente impiegate rappresentano sistemi imprecisi e dispendiosi in termini di tempo, in quanto basati su metodi di campionamento manuale. Un’iniziativa finanziata dall’UE ha ideato uno scanner in grado di misurare il contenuto di grassi in modo rapido, preciso ed economico.
Un’analisi automatizzata del contenuto di grassi dei prodotti a base di carne
I prodotti a base di carne, quali hamburger e salsicce, sono ricavati da scarti provenienti principalmente da maiale, manzo o entrambi. Questi scarti vengono prodotti all’interno dei macelli e venduti freschi o congelati ad aziende addette alla lavorazione alimentare in contenitori di plastica standard. Tuttavia, la classificazione visiva dei bidoni non è precisa e il contenuto è variabile.

L’esecuzione di controlli ad alta precisione sul contenuto di grassi consentirebbe di evitare problemi di alterazione della consistenza e dell’aspetto, eccessiva essiccazione e spreco di prodotto. Il progetto TRIMSCAN (TRIMSCAN, making SME meat processors more competitive by using automatic in-line fat analysis in meat trimmings) ha sviluppato un metodo automatico per la determinazione del contenuto di grassi nei contenitori di plastica.

La soluzione consisteva in un analizzatore di grassi di tipo contactless collegato in linea e basato su una tecnologia a induzione magnetica in grado di scansionare integralmente scarti di maiale e di manzo nei bidoni di plastica al fine di determinare le proprietà dielettriche passive della carne. Inoltre, questa tecnologia richiede poca manutenzione, si adatta facilmente alla velocità della linea di lavorazione e non richiede alcuna modifica del layout dello stabilimento.

L’iniziativa TRIMSCAN ha sviluppato un prototipo di laboratorio dotato di nastro trasportatore che consentiva di spingere i contenitori di plastica attraverso lo scanner elettromagnetico. L’analisi veniva condotta mediante l’utilizzo di sensori elettromagnetici, di una schermatura elettromagnetica e di strumentazioni e un sistema di controllo elettronici.

La tecnologia TRIMSCAN consente ora di ottenere scarti di carni caratterizzati da uno specifico contenuto di grassi attraverso sistemi di lavorazione su piccola scala. Queste soluzioni consentono di evitare un uso eccessivo di costose carni magre, nonché un campionamento manuale costoso e impreciso e la necessità di riformulare le ricette. Il sistema migliora inoltre la qualità del prodotto finale riducendo la percentuale di rigetti dovuti alla mancata conformità delle carni ai requisiti normativi e/o della clientela.

Il progetto TRIMSCAN innalzerà gli standard dei processi di lavorazione delle carni all’interno dell’UE e contribuirà alla crescita costante del settore delle carni europeo. L’industria della carne europea sarà quindi in grado di produrre prodotti a base di carne significativamente migliori dal punto di vista qualitativo, con una riduzione delle perdite e un aumento della fiducia dei consumatori.

Informazioni correlate

Keywords

Scarti delle carni, TRIMSCAN, analisi del contenuto di grassi, induzione magnetica, dielettrico
Numero di registrazione: 198906 / Ultimo aggiornamento: 2017-06-19