Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il mito dell’isola mostra un collegamento nelle credenze comuni in Europa

Una miriade di somiglianze tra antichi miti e racconti su isole paradisiache segrete ha contribuito a un patrimonio religioso comune condiviso da molti europei.
Il mito dell’isola mostra un collegamento nelle credenze comuni in Europa
Le mitologie di molte culture medievali e antiche in tutta Europa hanno parlato di misteriose isole paradisiache dove regnano esseri immortali e spesso abbondano belle donne. L’Isola di Avalon nella leggenda arturiana, Glæsisvellir in Scandinavia e le “isole del benedetto” nella letteratura greco-romana sono tre importanti esempi di questo, con riferimenti anche nel folclore celtico.

In questo contesto, il progetto IITW (Islands in the west), finanziato dall’UE, ha esaminato le somiglianze tra questi miti per stabilire se esiste una connessione religiosa che abbia influenzato tutti. Il progetto ha cercato di accertare o smentire il legame religioso, facendo luce anche sui meccanismi del contatto religioso in Europa nei tempi antichi ma anche nel Medioevo.

Per raggiungere i suoi obiettivi, il team del progetto ha studiato minuziosamente il concetto dell’isola immortale nella tradizione e nella letteratura nordica, irlandese, arturiana, celtica, etrusca, romana e greca. Ha osservato “altri mondi” oltre il mare in riferimenti diversi, tra cui le abitudini di sepoltura dei Vichinghi, la vecchia poesia francese e la scrittura etnografica classica.

La ricerca approfondita ha infine rivelato una forte prova dell’esistenza a lungo termine di isole paradisiache nella storia religiosa dell’Europa. Ha notato come i classici miti geografici greco-romani delle isole dell’immortalità giungessero fino alla letteratura irlandese medievale e alla vecchia cosmologia norvegese-islandese. Il progetto IITW ha anche individuato quattro distinti tipi di collegamenti interculturali riguardanti le isole occidentali: influenza, prestito, adattamento e citazione.

I risultati del progetto sono stati pubblicati in due monografie, una in tedesco e l’altra in inglese. I risultati evidenziano l’apertura della cultura germanica/nordica, aiutando ad eliminare ogni connotazione razzista o xenofoba con cui era stata immeritatamente stigmatizzata. Questo è un altro ottimo esempio di patrimonio europeo comune.

Informazioni correlate

Keywords

Miti, isole paradisiache, medievale, IITW, altri mondi, immortalità