Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un approccio contestuale alla semantica della conoscenza

I ricercatori hanno analizzato l’utilizzo dei termini epistemici nei contesti conversazionali. Lo studio apre la strada a una comprensione più approfondita della nozione di conoscenza, che rappresenta una risorsa fondamentale per la società del XXI secolo.
Un approccio contestuale alla semantica della conoscenza
Il contestualismo epistemico è una teoria che suggerisce che il contenuto del verbo “sapere” cambia in base al contesto di enunciazione. Questa idea parte dalla convinzione che la “conoscenza” rappresenti un elemento sensibile al contesto di enunciazione e alla situazione pratica e si inserisca anche in un quadro formale ed esauriente di altre espressioni sensibili al contesto.

Negli ultimi anni, si è registrata una scarsa attenzione agli approcci contestualisti alla semantica della conoscenza e si è anche assistito alla nascita di numerosi metodi filosofici e linguistici che hanno screditato tale teoria. Il progetto EPISTEMIC VOCABULARY (Context-sensitivity and the semantics of epistemic vocabulary in natural languages), finanziato dall’UE, ha creato condizioni di adeguatezza per il contestualismo epistemico ed elaborato una valutazione critica di approcci alternativi. Ciò ha condotto allo sviluppo di una nuova semantica contestualista delle attribuzioni della conoscenza, vale a dire una teoria che postula uno stretto legame semantico tra il contenuto di “conosce p” in un contesto di enunciazione C e ciò che si presuppone dal punto di vista pragmatico in C. La teoria che ne deriva prende il nome di “contestualismo epistemico presupposizionale” (Presuppositional Epistemic Contextualism, PEC).

Il PEC fornisce le basi semantiche per le attribuzioni della conoscenza che evitano e risolvono le obiezioni contro la semantica contestualista. Questa teoria presenta inoltre una buona base motivazionale da un punto di vista sia linguistico sia filosofico, grazie alla sua capacità di evitare le obiezioni linguistiche più familiari al contestualismo e consentire una proficua risoluzione di numerosi problemi filosofici in ambito epistemologico.

I lavori progettuali hanno condotto allo sviluppo di soluzioni innovative dei classici problemi filosofici, tra cui scetticismo e induzione in un quadro epistemologico più vasto, collegandoli ad altre questioni epistemologiche cruciali sulla giustificazione, la prova e la testimonianza epistemiche. Oltre a offrire soluzioni per problemi filosofici, l’iniziativa EPISTEMIC VOCABULARY si è occupata dello studio del ruolo della conoscenza nell’ambito di dibattiti sulle politiche pubbliche in materia di cambiamento climatico.

Le discipline incentrate sulla generazione e sulla gestione della conoscenza saranno in grado di spostare l’attenzione sulla prospettiva linguistica, attraverso l’analisi dell’utilizzo dei termini epistemici nei contesti conversazionali.

Informazioni correlate

Keywords

Semantica, conoscenza, contesti conversazionali, contestualismo epistemico, EPISTEMIC VOCABULARY