Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La cognizione sociale nelle scimmie

Un team dell’UE ha studiato il rapporto tra capacità cognitiva e complessità sociale nelle scimmie. Anche se le differenze tra le specie a complessità sociale alta e bassa erano generalmente minori, le specie ad alta complessità possedevano una cognizione sociale avanzata.
La cognizione sociale nelle scimmie
Secondo Charles Darwin e prove successive, gli esseri umani condividono alcune capacità cognitive con gli animali, mentre altre sono esclusivamente umane. Un’ipotesi sull’intelligenza sociale può spiegare alcune delle differenze, per cui la capacità cognitiva potrebbe riguardare la complessità degli ambienti sociali di varie specie.

Il progetto MACACOGNITUM (Evolution of cognition and primate social style), finanziato dall’UE, ha verificato l’ipotesi. Il team ha confrontato le abilità cognitive di diverse specie di scimmia strettamente correlate con vari livelli di complessità sociale. I ricercatori hanno deciso di utilizzare test psicologici standardizzati e un approccio sperimentale dall’alto al basso, per rivelare le capacità cognitive delle scimmie e l’influenza dello stile sociale. I risultati erano destinati a mostrare la storia evolutiva dei tratti cognitivi nelle scimmie.

I ricercatori hanno testato 39 macaco da tre aree protette o centri di ricerca europei utilizzando 16 compiti cognitivi, un’attività di controllo inibitorio e uno studio sul temperamento.

Le specie socialmente tolleranti e non tolleranti erano paragonabili nella cognizione fisica. Tuttavia, i macachi tolleranti hanno superato le specie meno tolleranti in determinati compiti di cognizione sociale e nel compito di controllo inibitorio. Tali risultati sostengono l’ipotesi che la tolleranza sociale sia associata a una cognizione più sofisticata.

Il team ha concluso che i segnali comunicativi e il controllo inibitorio più avanzati influenzano la coordinazione e la comunicazione tra gli individui. Una seconda conclusione è stata che la presenza combinata di tolleranza sociale e forti legami tra individui non correlati sembra facilitare particolarmente la cooperazione. I risultati mostrano una potenziale storia evolutiva della cooperazione e della cognizione umana.

I membri del progetto hanno presentato i risultati alla comunità accademica attraverso conferenze e pubblicazioni su riviste scientifiche. Inoltre, il team ha comunicato ad un pubblico più ampio attraverso altri eventi di contatto, come un giorno aperto allo zoo e conferenze scolastiche.

I risultati di MACACOGNITUM e le nuove sinergie di ricerca hanno ampliato l’eccellenza degli studi dello Spazio europeo della ricerca (SER). In particolare, i risultati forniscono una possibile finestra nell’evoluzione delle menti umane e di altri primati.

Informazioni correlate

Keywords

Cognizione sociale, complessità sociale, MACACOGNITUM, evoluzione, primate, stile sociale