Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

DRUGSFORD — Risultato in breve

Project ID: 304963
Finanziato nell'ambito di: FP7-HEALTH
Paese: Germania
Dominio: Salute, Ricerca di base

Farmaci contro la degenerazione ereditaria del fotorecettore

I ricercatori europei hanno studiato un nuovo approccio farmacologico per inibire la degenerazione dei fotorecettori. I composti generati hanno mostrato efficacia e sicurezza precliniche significative rivoluzionando il trattamento dei pazienti affetti da degenerazione retinica ereditaria (RD).
Farmaci contro la degenerazione ereditaria del fotorecettore
La RD costituisce un gruppo di malattie rare clinicamente e geneticamente eterogenee, associate alla perdita dei fotorecettori, i sensori della luce che si trovano sulla retina. La RD è ancora incurabile e conduce alla cecità o alla perdita severa della visione. La fisiopatologia della malattia spesso comporta un accumulo di cGMP nei fotorecettori.

Il progetto DRUGSFORD (Preclinical development of drugs and drug delivery technology for the treatment of inherited photoreceptor degeneration), finanziato dall’UE, ha proposto di riequilibrare le azioni di cGMP e dei suoi obiettivi utilizzando analoghi di cGMP, composti che imitano la struttura del cGMP ma che non causano eventi di segnalazione a valle della patologia.

DRUGSFORD ha generato nucleotidi ciclici in grado di legare e inibire in modo efficiente obiettivi cGMP, tra cui la proteina chinasi G (PKG) e il CNGC (cyclic nucleotide gated channel). Per superare la barriera emato-retinica e raggiungere i fotorecettori della retina, il gruppo di ricerca ha abbinato a questi composti un sistema di erogazione liposomiale di glutatione-PEGilato.

Il composto di piombo DF003 si è rivelato efficace nell’inibire sia PKG che CNGC in vitro e ha dimostrato proprietà protettive in diversi modelli di RD in vivo. È importante sottolineare che la vitalità del fotoricettore risulta significativamente aumentata, accompagnata da un miglioramento notevole della funzione retinica in vivo. Inoltre, le valutazioni di tossicità in vitro e in vivo non hanno rivelato effetti contrari importanti di DF003 o della sua formulazione liposomiale.

Nel complesso, lo studio DRUGSFORD ha introdotto una nuova classe di composti per il trattamento di RD, combinati in maniera innovativa con un metodo di erogazione retinica efficace. Quest’ultimo ha permesso una sufficiente concentrazione del farmaco nelle cellule fotorecettrici, indipendentemente dal percorso dell’applicazione (sistemica o direttamente all’occhio). Sono state depositate tre domande di brevetto e anche il composto di piombo DF003 ha ottenuto la designazione di farmaco orfano (ODD, Orphan Drug Designation) dall’Agenzia europea dei medicinali.

Per garantire che questi risultati della ricerca saranno poi tradotti in un trattamento clinico per RD, dopo la conclusione del progetto DRUGSFORD, i partner del gruppo hanno fondato insieme una nuova azienda. Questa azienda – Mireca Medicines GmbH – si occupa di raccogliere l’IP generato e di eseguire le prove cliniche dei composti e degli approcci di erogazione dei farmaci DRUGSFORD.

Informazioni correlate

Keywords

Fotorecettori, degenerazione retinica ereditaria, cGMP, DRUGSFORD, PKG, canale CNG