Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

FRAME — Risultato in breve

Project ID: 320000
Finanziato nell'ambito di: FP7-SSH
Paese: Belgio
Dominio: Società

Riformulare l’impegno dell’UE a favore dei diritti umani

I ricercatori finanziati dall’UE riorganizzano l’impegno dell’UE in materia di diritti umani per affrontare meglio le moltissime sfide del mondo attuale.
Riformulare l’impegno dell’UE a favore dei diritti umani
Con il trattato di Lisbona l’UE si è impegnata ad affermare e promuovere i propri valori, compreso quello del rispetto dei diritti umani. Tuttavia, questo impegno a favore dei diritti umani conosce molte difficoltà, tra cui le varie crisi finanziarie negli ultimi anni e la crisi dei rifugiati ancora in atto, che hanno messo a dura prova l’UE, in quanto è difficile trovare sempre una risposta efficace nel pieno rispetto dei diritti umani.

Il progetto FRAME, finanziato dall’UE, è stato avviato per riformulare l’impegno dell’UE a favore dei diritti umani al fine di affrontare meglio tali sfide del mondo moderno. L’obiettivo era di fornire gli elementi costitutivi necessari per lo sviluppo e l’attuazione di una politica complessiva dell’UE in materia di diritti umani. “FRAME è stato concepito per fornire all’UE ricerca strategica e orientata alle politiche, al fine di affrontare queste sfide per contribuire allo sviluppo di una politica complessiva e coerente per l’attuazione dell’impegno dell’UE a favore dei diritti umani,” dice Jan Wouters, coordinatore del progetto e professore alla KU Leuven, Belgio, nonché direttore del Leuven Centre for Global Governance Studies. “Il progetto ha prodotto tre elementi costitutivi fondamentali, partendo dai quali l’UE può riformulare il suo impegno per i diritti umani per affrontare meglio le sfide contemporanee.”

Elementi costitutivi per i diritti umani

Il primo elemento costitutivo era di creare una solida base di conoscenze che tiene conto dei fattori in evoluzione, i concetti, le istituzioni e gli strumenti alla base della protezione e promozione dei diritti umani a livello nazionale, internazionale e dell’UE. Il secondo elemento ha fornito un esame e valutazione critica del reale e potenziale contributo alla governance dei diritti umani globale, attraverso il coinvolgimento di diversi attori e partner, nonché tramite varie politiche e strumenti. Il terzo e ultimo elemento costitutivo consisteva in una serie di indicatori, strumenti e proposte di politiche che consentono un’integrazione notevole e su misura dei diritti umani, sia nelle azioni e politiche esterne dell’UE, sia in quelle interne.

Soluzioni pratiche per risultati concreti

“I risultati del lavoro del progetto hanno assunto forme diverse, tra cui la pubblicazione di oltre 50 relazioni complete sul riesame di praticamente l’intero quadro di competenze dell’UE in materia di rispetto dei diritti umani,” spiega Wouters. “Si tratta di una mole di oltre 10 000 pagine di conoscenze, che è ora disponibile per i responsabili delle politiche, la società civile e il pubblico in generale tramite il sito web di FRAME. Secondo Wouters, questo archivio costituisce attualmente il più grande database al mondo sul tema dell’UE e i diritti umani.

Oltre al database, il progetto FRAME ha prodotto una serie di informative per i responsabili delle politiche riguardanti le sue scoperte. È inoltre stato creato un documento dei risultati che mette in evidenza le 40 principali raccomandazioni in modo chiaro e concreto. Secondo Wouters, questo documento potrebbe costituire una tabella di marcia per le istituzioni dell’UE da utilizzare per la messa a punto del loro impegno a favore dei diritti umani.

Il progetto ha anche introdotto una novità organizzando e offrendo un corso online aperto e di massa (MOOC) gratuito sull’impegno dell’UE a favore dei diritti umani. Il MOOC ‒ basato sulla ricerca di FRAME e impartito dai ricercatori di FRAME ‒ ha attirato oltre 12 000 studenti di 175 paesi e ripartirà il 2 ottobre 2017.

“FRAME ha prodotto una serie di soluzioni creative per rafforzare l’efficacia e la coerenza della politica dell’UE a favore dei diritti umani,” conclude Wouters. “Sostanzialmente, ha fornito orientamenti concreti per i responsabili delle politiche dell’UE per aiutarli a risolvere i problemi che ostacolano la protezione e la promozione dei diritti umani nell’UE e nel mondo.”

I ricercatori auspicano che i risultati del progetto saranno adottati dai responsabili delle politiche. Sembrano già esserci indizi che ciò stia avvenendo. Ad esempio, l’ informativa del Parlamento europeo sui diritti umani nella politica commerciale dell’UE si basa essenzialmente sulla ricerca di FRAME.

Keywords

FRAME, Unione europea, trattato di Lisbona, diritti umani