Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Strumento di riconoscimento vocale per il recupero di materiale da programmi radio/TV

L'industria dei media ha investito una notevole quantità di denaro nell'archiviazione di materiale multimediale. A prescindere dal suo valore commerciale, questo materiale rappresenta una testimonianza dell'evoluzione culturale della nostra società. L'accesso a questo materiale d'archivio può essere reso più semplice da uno strumento di indicizzazione multilingue basato sul riconoscimento vocale.
Strumento di riconoscimento vocale per il recupero di materiale da programmi radio/TV
Fino a non molto tempo fa, era l'elaborazione dei sottotitoli che consentiva l'accesso a questa ricchezza contenuta in materiali d'archivio multimediali grazie a metodi specifici, sviluppati per il collegamento di indici a sezioni di video. Questo progetto, denominato OLIVE, potrà estendere i metodi attuali per il recupero delle informazioni d'archivio ed introdurne di nuovi. Grazie a un sistema di riconoscimento vocale, verrà prodotta una trascrizione del sonoro della trasmissione collegata alla registrazione originale mediante rimandi temporali. Dalla trascrizione verrà generato un indice di concetto utilizzabile per la ricerca delle informazioni. La possibilità di effettuare ricerche "fuzzy" migliorerà ulteriormente le capacità del sistema, consentendo il collegamento di frasi di significato simile. Le ricerche possono essere effettuate in quattro lingue: tedesco, francese, inglese e neerlandese.

Grazie a tecnologie di generazione di indici a livello di frase, traduzione di query e riconoscimento vocale è possibile generare indici delle tracce sonore dei programmi radiotelevisivi che possono essere utilizzati per la ricerca e il recupero delle informazioni. Non solo, la presenza di riferimenti bibliografici, trascrizioni e fotogrammi rappresentativi dei filmati offre un'anteprima del materiale utile a valutarne l'interesse o la rilevanza per l'utente.

Saranno molti gli utenti finali che potranno trarre vantaggio da questa nuova applicazione multimediale. I proprietari di materiale radiotelevisivo avranno a disposizione nuovi percorsi per un migliore sfruttamento delle loro risorse. Le aziende radiotelevisive potranno riutilizzare materiale audiovisivo esistente e archiviato, soprattutto per la produzione di documentari, programmi scientifici o educativi.

I fornitori di servizi, quali ad esempio aziende di produzione o agenzie pubblicitarie, potranno utilizzare appositi database video per identificare le sequenze di cui hanno bisogno, sia per creare nuove produzioni che per aggiungere a produzioni esistenti. Anche ai ricercatori, agli scienziati, ai giornalisti, solo per indicarne alcuni, verranno aperte le porte di questa ricchezza di informazioni che rappresenta, meglio di ogni altra, una testimonianza significativa dello sforzo umano.

URL del progetto: http://twentyone.tpd.tno.nl/olive/