Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Integrazione delle informazioni nel campo della ricerca marina

La conduzione di una ricerca presuppone la raccolta di dati e informazioni a partire da una vasta gamma di strumenti e fonti. Integrare tutti questi elementi in un insieme omogeneo è molto difficile. Oggi, per fortuna, un gruppo di ricercatori ha creato la banca dati relazionale SIGMA e la metodologia GISone basata sul sistema GIS (Geographic Information System), al fine di integrare i risultati frutto di studi ambientali condotti in ambito marino. In futuro, SIGMA e GIS potrebbero migliorare l'effettiva gestione degli ambienti marini.
Integrazione delle informazioni nel campo della ricerca marina
La realizzazione di studi sugli ambienti marini, implica l'utilizzo di numerosi strumenti. Nel caso specifico, i ricercatori hanno utilizzato le analisi acustiche e i campioni prelevati mediante carotaggio sui fondali marini. Gli scienziati, inoltre, si sono serviti dei dati di navigazione provenienti dalle imbarcazioni, al fine di determinare l'esatta posizione dei fondali marini analizzati. Il sistema GIS ha facilitato la realizzazione di carte tematiche che, a loro volta, rendono più efficaci i sistemi di sostegno alle decisioni e permettono una precisa visualizzazione ambientale.

Dopo aver raccolto tutti questi risultati di ricerca, gli scienziati hanno progettato e utilizzato la banca dati relazionale SIGMA, insieme al sistema SIGMA GISOne, al fine di integrare tutte le informazioni in un insieme omogeneo e creare così delle rappresentazioni grafiche e tematiche degli ambienti marini oggetto di studio. Nel creare la banca dati e il sistema GIS, i ricercatori hanno prestato particolare attenzione alla scelta della piattaforma e del software utilizzati. L'obiettivo della banca dati SIGMA e del sistema GIS, infatti, è quello di permettere un'archiviazione e un accesso ai parametri in modo semplice e rapido. Analoga priorità è stata accordata ad elementi quali la compatibilità e la trasportabilità della banca dati.

Il database SIGMA è stato progettato, in particolare, come strumento di archiviazione di tutte le informazioni di natura non grafica, attraverso i sistemi di gestione delle banche dati Oracle e Microsoft Access. Tali informazioni comprendono ad esempio tesi di dottorato, dati storici, misure (frutto di prove marine, attività di carotaggio ecc.), nonché informazioni relative al database SIGMA (tabelle, quesiti e relazioni).

Il sistema SIGMA GISOne è stato sviluppato dai ricercatori come strumento di analisi e consolidamento delle informazioni geotecniche, geofisiche, acustiche, sedimentologiche e geologiche, utili al fine di svelare le caratteristiche dei fondali marini. Il sistema GIS, infatti, è dotato di tre funzioni, le quali consentono di tradurre in rappresentazione grafica i dati acquisiti. La funzione di individuazione dei punti viene utilizzata per il campionamento dei punti o delle stazioni nello spazio, la funzione lineare opera su un piano bi-dimensionale, mentre la funzione area o poligono può essere utilizzata per i dati provenienti da un'area geografica.

La banca dati SIGMA e il sistema GISOne operano in modo coordinato al fine di fornire una rappresentazione definitiva e sintetica dei risultati di ricerca. I ricercatori, in futuro, potrebbero utilizzare le stesse infrastrutture per organizzare i risultati delle proprie ricerche frutto di studi effettuati in campo marino. Lo sviluppo di un sistema di gestione dell'ambiente marino offrirà, nel lungo periodo, dei vantaggi di cruciale importanza.

Informazioni correlate