Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il vetro riciclato al servizio dell'industria edile

Il vetro è un materiale da imballaggio ampiamente diffuso. Le sue esclusive caratteristiche contribuiscono non solo alla qualità dei prodotti, ma anche a quella dell'ambiente. La maggior parte delle tecniche di riciclaggio si concentrano sul riutilizzo del vetro all'interno della medesima industria. Da oggi una rivoluzionaria innovazione permette di trasformare i residui di vetro in componenti per il materiale edile, i quali offrono notevoli vantaggi sia in termini di isolamento termico che di protezione antincendio.
Il vetro riciclato al servizio dell'industria edile
Non sorprende affatto che la maggior parte dei prodotti più conosciuti siano confezionati nel vetro. Rispetto ad altri materiali da imballaggio, infatti, il vetro conserva perfettamente i sapori, le fragranze e l'integrità del prodotto, presentandolo in modo gradevole, con notevoli vantaggi per il consumatori, i rivenditori e le aziende di imballaggio/condizionamento. Oltre a presentare queste caratteristiche, il vetro contribuisce anche alla protezione ambientale, poiché è uno dei più diffusi materiali da riciclo. Il fatto che il vetro sia riciclabile all'infinito senza perdite di qualità, lo rende il materiale da imballaggio ideale per numerosi settori del mercato, dal vino, alla birra, ai liquori, fino ai prodotti alimentari.

Spingendosi al di là di questa ristretta area di applicazione, una tecnologia di riciclaggio del vetro, recentemente sviluppata, permette di convertire i residui di vetro in utili componenti per l'industria dei materiali da costruzione. Questa tecnica brevettata elabora i rifiuti solidi ad alto contenuto vetroso per la produzione delle cosiddette "Geofil bubbles", ovvero granuli leggeri di 5-25 mm, facilmente integrabili nelle matrici di gesso, cemento o silicato per la produzione di mattoni a blocco forato. Questo tipo di mattoni presenta eccellenti proprietà di isolamento termico e acustico, una maggiore resistenza a compressione, nonché proprietà ignifughe.

Questa tecnica rivoluzionaria affronta principalmente i problemi legati allo smaltimento dei rifiuti, evidenziando i benefici del riciclaggio. Essa, infatti, riduce i costi di smaltimento e minimizza le esigenze di discarica, utilizzando i rifiuti vetrosi al posto di materie prime come il basalto estratto dalla miniera, la sabbia, la perlite e la ghiaia. Il sistema contribuisce, inoltre, ad un'ulteriore riduzione dell'impatto ambientale e promuove la conservazione dell'ambiente. Oltre al riciclaggio, questo prezioso materiale può essere ampiamente utilizzato dall'industria edile per produrre intonaci e strati di isolamento termico e acustico, pavimentazioni termoisolanti (nei sistemi di riscaldamento a pannelli), blocchi di cemento leggero, pareti insonorizzate e protezioni antigelo per i ponti.
Numero di registrazione: 80448 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Tecnologie industriali