Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Depurazione dei suoli contaminati da pesticidi

Oggi la decontaminazione dei suoli inquinati a causa di pesticidi obsoleti è possibile grazie alla tecnologia di desorbimento termico e al trattamento di rivitalizzazione biologica.
Depurazione dei suoli contaminati da pesticidi
La contaminazione dei suoli dovuta alla presenza di complessi composti derivanti da pesticidi obsoleti rappresenta un problema comune per i luoghi dove sorgevano i siti di produzione o di stoccaggio di tali sostanze, nonché per le zone circostanti. Tali sostanze tossiche si accumulano, raggiungendo elevati livelli di concentrazione, e penetrano nella matrice del suolo, fino al punto in cui la contaminazione impedisce l'utilizzo di terreno prezioso – riducendo di conseguenza la produzione agricola – ed inquina le acque freatiche, esponendo l'uomo e gli animali ai pericoli legati al rischio di intossicazione.

Inoltre, la natura complessa dei pesticidi fa sì che gli attuali metodi di decontaminazione non costituiscano una soluzione fattibile, in quanto non solo sono costosi, ma anche aleatori dal punto di vista dei risultati.

Per migliorare l'efficacia del processo di decontaminazione è stato messo a punto un nuovo metodo basato sulla decomposizione termica a bassa temperatura del suolo contaminato in recipienti a riscaldamento indiretto. Pertanto, è stata progettata e costruita un'unità mobile per una dimostrazione in situ e su scala reale con una potenziale di trattamento pari a 1m³/h.

Il processo sviluppato comprende varie fasi. I contaminanti vengono rimossi delicatamente in un ambiente riduttivo sottovuoto che impedisce l'ossidazione dei suoli trattati e la variazione dei componenti inorganici. I vapori gassosi, in seguito, vengono sottoposti a combustione ad elevata temperatura: gli effluenti gassosi vengono ripuliti, mentre la fase solida viene denaturalizzata impiegando il metodo di desorbimento termico TDT-3R (Thermal Desorption Technology Recycle-Reduce-Reuse Terra Humana) e la rivitalizzazione biologica integrata effettuata mediante determinate specie microbiologiche, per una post-lavorazione completa. Il principale componente del TDT-3R è costituito da un reattore con forno a riscaldamento indiretto.

Fra i vantaggi più importanti offerti da questo sistema – che si trova ancora allo stadio sperimentale di sviluppo e del quale è stato realizzato un prototipo completo di laboratorio – figura l'esatta prevedibilità e la breve durata della procedura di decontaminazione. In questo modo il terreno depurato recupera velocemente il suo valore economico, mentre il proprietario, su cui gravano responsabilità giuridiche in materia di inquinamento del suolo, disporrà di una soluzione dai risultati garantiti, accettabile sul piano legale. Non dimentichiamo, infine, i benefici ambientali, decisamente notevoli, offerti da questo sistema, i quale rappresenta una soluzione immediata ai problemi di inquinamento delle acque freatiche causati da pesticidi obsoleti.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 80454 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Ambiente