Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Ottimizzazione del rendimento dei combustibili fossili

Il carbone è uno dei principali combustibili fossili dal quale il mondo dipende per la produzione di energia. Poiché si tratta di una fonte non rinnovabile, per ottimizzare la produzione energetica è essenziale trovare la combinazione più vantaggiosa sotto il profilo economico tra il carbone e il sistema di combustione utilizzato. Obiettivo, questo, che il metodo di valutazione del combustibile "Fuel Valuation" si propone di raggiungere.
Ottimizzazione del rendimento dei combustibili fossili
Il carbone è una roccia organica costituita da carbonio, ossigeno e idrogeno, formatasi nel corso degli anni dalla decomposizione di materiali vegetali, le cui proprietà combustibili ne fanno una fonte energetica ideale. Più specificatamente, il carbone è composto da macerali, ovvero costituenti organici microscopici dotati di diverse caratteristiche chimiche, e da minerali, ovvero composti inorganici. Nonostante i macerali costituiscano gli elementi energetici del carbone, la materia minerale è la più interessante in termini di produzione di energia. Poiché è presente nel carbone in forme e quantità molto diverse, questa materia minerale contribuisce a modificare il rendimento energetico del carbone, con significativi benefici sotto il profilo economico.

Per affrontare questo problema, alcuni ricercatori dell'Università di Göteborg e del Politecnico Chalmers (Svezia) hanno elaborato un metodo di valutazione dei combustibili denominato "Fuel Valuation" (marchio di fabbrica). Si tratta di un software protetto da brevetto internazionale basato un complesso algoritmo, volto a rendere economicamente vantaggioso l'impiego di carbone per la produzione di energia, mediante una precisa analisi del potere calorifico e di produzione di energia dei combustibili fossili, rispetto ad un determinato sistema di combustione. Poiché ciascun sistema di combustione è diverso dagli altri, questo straordinario metodo permette di abbinare il combustibile utilizzato al sistema ideale, valutando le reazioni dei macerali e dei minerali durante l'intero processo di combustione. Questo metodo, pertanto, può essere utilizzato per ottimizzare la progettazione degli impianti di combustione.

La tecnologia "Fuel Valuation", in sostanza, analizza il potere calorifico in base ad una serie di parametri di combustione e perfeziona il processo di combustione suggerendo i parametri ottimali (temperatura e aria, per esempio) per determinati combustibili e impianti. Questo nuovo metodo avrà un notevole impatto per la competitività dei produttori di impianti a combustione e per gli utilizzatori, grazie alla sua capacità di aumentare il rendimento delle caldaie. Inoltre, potrà rivelarsi molto utile per il commercio dei combustibili, permettendo di analizzare la capacità di produzione energetica di una vasta gamma di combustibili prima di utilizzarli negli impianti.

La possibilità di impiegare il metodo "Fuel Valuation" per i processi di produzione del cemento, nonché per numerosi altri tipi di combustibili fossili dimostra l'utilità e la versatilità di questo prodotto.

Informazioni correlate

Sintesi della relazione

Numero di registrazione: 80460 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Energia