Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Strumento innovativo per l'implantologia orale

Da tempo l'industria biomedica è impegnata nello sviluppo di protesi per diversi campi d'applicazione. Concentrandosi sulla riduzione dei fattori di rischio associati all'implantologia orale, un'équipe italiana ha messo a punto un nuovo tipo di perno. Si tratta di un dispositivo dotato di esclusive caratteristiche in grado di garantire maggiore sicurezza ai pazienti e facilità d'impianto ai medici.
Strumento innovativo per l'implantologia orale
Oggigiorno, la medicina ricorre con sempre maggiore frequenza all'utilizzo di protesi a fini correttivi o ricostruttivi, in sostituzione di una parte mancante del corpo. Nel caso specifico dell'odontoiatria protesica, queste strutture vengono inserite chirurgicamente nel tessuto del cavo orale. Nonostante gli evidenti vantaggi offerti da questo tipo di protesi, in molti casi l'incompatibilità con i tessuti circostanti comporta gravi danni, come la formazione di tumori ossei a seguito del trauma chirurgico. Inoltre, la complessità dell'intervento fa aumentare notevolmente i tempi d'attesa. Per minimizzare i rischi, un gruppo di ricercatori italiani ha concentrato i propri sforzi sullo sviluppo di un innovativo strumento d'implantologia orale. Si tratta di un nuovo tipo di chiodo, disponibile in diversi formati, costituito da due parti di collegamento separate che vengono unite in fase di impianto, formando una struttura indivisibile e nel contempo flessibile. La geometria innovativa di questa struttura permette una distribuzione uniforme delle sollecitazioni sulle ossa circostanti. Il perno funge da elemento di autoancoraggio all'interno della cavità orale, il quale, sfruttando l'elasticità naturale dell'osso, si mantiene immobile durante l'impianto. A seconda dell'anatomia del singolo paziente e della zona di applicazione all'interno della cavità orale, il perno è disponibile in due versioni: per la sostituzione di un organo naturale mancante o il riempimento di un vuoto. La struttura garantisce ottimi risultati in entrambi i casi. Grazie all'elevata qualità e al grado di resistenza all'usura dei materiali di cui si compone, il nuovo dispositivo offre una perfetta compatibilità con il tessuto osseo circostante. Inoltre, il metodo implantologico proposto impedisce la formazione di cicatrici, causa primaria del cancro osseo. Poiché fornisce un valido contributo alla promozione della salute e alla prevenzione delle malattie, questo nuovo strumento medico migliorerà notevolmente le tecniche di implantologia orale.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 80492 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Biologia, Medicina