Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Ripensare le tecniche di gestione ambientale

L'efficace gestione delle risorse e dell'energia, quale metodo di protezione dell'ambiente, rappresenta un'attività a lungo termine, che richiede l'impiego di diverse tecniche e metodologie. Finora, le tradizionali strategie di tutela ambientale si sono concentrate sull'innovazione, sia in termini di tecnologia che di rendimento. Tuttavia, i partecipanti al presente progetto ritengono che questo tipo di gestione delle risorse e dell'energia risulterebbe molto più efficace se le attività delle reti infrastrutturali venissero migliorate mediante lo studio dei contesti locali e dei processi decisionali.
Ripensare le tecniche di gestione ambientale
La riduzione dello sfruttamento delle risorse e dell'energia costituisce un fattore essenziale per la conservazione dell'ambiente. Il presente progetto si è ispirato alle tecniche utilizzate in passato per raggiungere tale obiettivo. Tradizionalmente, le metodologie di tutela ambientale in materia di risorse ed energia sono state orientate al miglioramento delle tecnologie e della loro efficienza, alla revisione del quadro normativo, allo sviluppo di incentivi di mercato, nonché all'elaborazione di campagne informative rivolte ai consumatori. Nell'ambito del presente progetto, si è proceduto, inoltre, ad un'analisi empirica delle opportunità e degli impedimenti relativi al raggiungimento degli obiettivi di protezione ambientale. I risultati di tale studio hanno mostrato che, attingendo dall'immenso patrimonio di capacità delle reti infrastrutturali di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente, sarà possibile in futuro comprendere esattamente in che modo la gestione delle infrastrutture sia determinata dalla logica degli attori, dai processi decisionali, nonché dai contesti e dalle situazioni locali.

In sostanza, il progetto riguarda la modifica dei metodi tradizionali di utilizzo dell'energia e delle risorse, così come definiti dalle aziende municipalizzate di erogazione del servizio idrico, elettrico, fognario e di smaltimento dei rifiuti solidi. Alla luce dell'attuale contesto socio-politico, nell'ambito del quale le società di erogazione dei servizi pubblici di tutt'Europa sono chiamate ad adeguarsi a svariati fenomeni complessi come la liberalizzazione, le nuove politiche di finanziamento pubblico e la sensibilità dei consumatori in termini di qualità e costo dei servizi, operare una revisione delle tecniche di protezione ambientale è divenuto imperativo.

Nell'ambito del progetto sono stati presi in esame alcuni concetti relativi allo sviluppo urbano sostenibile, alla gestione del flusso dei materiali, alla liberalizzazione dei servizi pubblici e all'evoluzione dei sistemi infrastrutturali; concetti che i ricercatori hanno ulteriormente sviluppato in quattro modi. Innanzitutto, essi hanno evidenziato le capacità finora inutilizzate delle reti infrastrutturali urbane in termini di miglioramento della qualità ambientale, contribuendo, nel contempo, a realizzare uno sviluppo urbano e regionale sostenibile. In secondo luogo, hanno analizzato e dimostrato come la gestione del flusso dei materiali e dell'energia sia influenzata da un'ampia gamma di fattori politici, commerciali, ambientali e sociali, sottolineando l'esigenza di una valutazione di tali elementi nel quadro di contesti specifici. Lo studio ha quindi preso in esame le potenzialità dei nuovi metodi di protezione ambientale – attualmente in fase di creazione grazie alla riconfigurazione dei servizi pubblici – e, più precisamente, ha valutato in che modo queste nuove potenzialità potrebbero essere sfruttate in maniera ottimale. Infine, i ricercatori hanno analizzato come le grandi reti infrastrutturali reagiscono e si adeguano alle nuove situazioni, compresa l'introduzione di tecnologie ambientali innovative.

Lo studio delle situazioni reali, utilizzando i nuovi punti di vista proposti dal progetto, potrebbe condurre all'elaborazione di una strategia di protezione ambientale in grado di garantire nuovi livelli di efficacia ed efficienza.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 80500 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Energia