Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Il ciclo del carbonio e i sistemi climatici

Il ciclo del carbonio, uno dei più importanti cicli biogeochimici, non solo riveste un ruolo determinante nei processi biologici degli organismi viventi, ma esercita anche una forte influenza sul clima terrestre. Nell'ambito del presente progetto è stato condotto uno studio completo delle varie fasi del ciclo del carbonio, nonché dei relativi legami e impatti esercitati sui sistemi climatici.
Il ciclo del carbonio e i sistemi climatici
Quello del carbonio è uno dei principali cicli biogeochimici, durante il quale gli organismi vegetali, mediante la fotosintesi, operano una massiccia sottrazione di carbonio sotto forma di anidride carbonica (CO2) dall'atmosfera, incorporandolo nei propri tessuti. Questa sostanza giunge nell'organismo degli animali attraverso il consumo di vegetali. In seguito, l'attività respiratoria e la decomposizione di animali e vegetali provvede a restituire anidride carbonica nell'atmosfera.

La fondamentale importanza di questo ciclo per tutti gli organismi viventi impone una conoscenza approfondita di ciascuna delle sue fasi. L'Istituto Max-Plank di Biogeochimica ha condotto un ampio studio sul ciclo globale del carbonio all'interno del sistema climatico. Lo studio effettuato nell'ambito del progetto, denominato ESCOBA, consiste nello sviluppo di approcci innovativi che permettano di dedurre i bilanci globali del carbonio, sulla base delle misurazioni relative alle concentrazioni di CO2 nell'atmosfera. Il bilancio del carbonio su scala mondiale e regionale può essere dedotto non solo dal livello di CO2, ma anche mediante la misurazione di altri traccianti collegati al ciclo del carbonio, come l'ossigeno e l'azoto, gli isotopi stabili del carbonio e dell'ossigeno, il radiocarbonio e determinati fluorocarburi.

Le misurazioni così ottenute serviranno allo sviluppo di nuovi modelli di trasporto atmosferico e alla convalida di quelli già esistenti. Il gruppo di ricercatori ha pubblicato una relazione scientifica in merito allo sviluppo e alla convalida dei suddetti modelli. Le ricerche attualmente in corso sono incentrate sulla modellizzazione orientata al processo e gli studi sull'inversione della temperatura globale. Inoltre, grazie a modelli prognostici del carbonio relativi agli oceani e alla biosfera terrestre, è possibile ottenere simulazioni dei flussi atmosferici superficiali ed effettuare previsioni in merito ai futuri livelli atmosferici di CO2.

I risultati dello studio ESCOBA sono destinati ad aumentare la nostra conoscenza degli ecosistemi, a fornire dati preziosi per le analisi climatologiche, nonché a rafforzare i nostri sforzi volti ad un miglioramento della protezione ambientale.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 80508 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Ambiente