Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Gestione dei rifiuti organici

La digestione anaerobica rotativa consente di ottenere compost di prima qualità e combustibili riciclati a partire dai rifiuti organici e non organici che, altrimenti, finirebbero interrati nelle discariche.
Gestione dei rifiuti organici
Le preoccupazioni ambientali, così come la legislazione europea, premono affinché venga ridotta notevolmente la quantità di rifiuti smaltiti nelle discariche, al fine di ridurre la produzione di metano (una delle principali cause dell'effetto serra), di colatoio nelle riserve idriche, nonché il rischio di esplosioni. Questo problema riguarda sia i rifiuti solidi urbani che gli scarti agricoli (frutta e verdura), i fanghi da acque di rifiuto, gli effluenti dei macelli e i rifiuti inorganici.

In questo contesto, è stata elaborata la tecnologia di digestione anaerobica RAD (Rotary Anaerobic Digestion), un sistema in grado di produrre fertilizzante organico e combustibile solido riciclato a partire dai rifiuti agricoli e urbani, sfruttando i processi di degradazione che si verificano naturalmente nelle discariche.

All'interno di un digestore rotativo appositamente progettato (tamburo o drum) avviene la degradazione in assenza di ossigeno. In seguito, un drum rotativo secondario effettua la necessaria trasformazione e stabilizzazione per la produzione del compost o del combustibile riciclato, a seconda della quantità di rifiuti. Il prototipo di laboratorio dell'impianto RAD, disponibile per una prova, fornisce un compost di prima qualità a partire da rifiuti di origine organica, e un ottimo combustibile riciclato a partire dai rifiuti urbani. Per completare le diverse fasi del processo di degradazione e stabilizzazione, ovvero aumento della temperatura, attrizione ed estrazione dell'umidità, occorrono dai 2 ai 4 giorni.

L'impianto RAD elimina la necessità di discariche e inceneritori e i prodotti stessi utilizzati permettono di generare profitti, rendendo questo sistema estremamente vantaggioso sotto il profilo economico. Il compost di prima qualità così ottenuto può essere impiegato nell'agricoltura e nella silvicoltura, mentre il combustibile riciclato può servire da fonte energetica alternativa per la generazione di elettricità.

Con una capacità di carico 2-3 volte superiore agli altri processi, una velocità potenziata e la possibilità di ridurre gli investimenti iniziali del 50-70 per cento e i costi operativi del 30-50 per cento, questa tecnica integrata di gestione dei rifiuti si rivela estremamente efficace e vantaggiosa per l'ambiente, grazie anche all'assenza di emissioni o odori di qualsiasi tipo.
Numero di registrazione: 80526 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Ambiente