Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La telematica facilita la gestione delle cartelle cliniche

Al fine di garantire la miglior assistenza medica possibile, i medici devono mantenere perfettamente aggiornate le cartelle cliniche dei pazienti. Quest'operazione, tuttavia, sta diventando sempre più difficile, poiché i pazienti si rivolgono a laboratori differenti per effettuare i test, o richiedono il consulto di specialisti. Per risolvere questo problema, una società italiana ha progettato un sistema di gestione elettronica delle cartelle cliniche in grado di aiutare i medici a gestire l'immensa quantità di informazioni relative ai pazienti e di assisterli nel loro sforzo quotidiano di offrire un'assistenza sanitaria della massima efficacia.
La telematica facilita la gestione delle cartelle cliniche
I medici ricevono le informazioni relative ai pazienti da una vasta quantità di fonti e tutti questi dati devono essere integrati in cartelle cliniche aggiornate, al fine di garantire un'assistenza precisa ed efficace. Tuttavia, si tratta di un'operazione difficile da effettuare su base quotidiana. Per aiutare i medici e avvantaggiare i pazienti, nell'ambito del progetto WOMAN è stato sviluppato un sistema desktop web oriented che mette la telematica a disposizione degli operatori dell'assistenza sanitaria.

Questo nuovo sistema, originariamente utilizzato in Europa per le pazienti in menopausa, si compone di diversi moduli. L'applicazione relativa alla cartella clinica elettronica è costituita da una tecnologia intranet che segue e individua le attività dei pazienti, raccogliendo informazioni mediante un protocollo strutturato che facilita la comunicazione con altri laboratori o reparti. Un altro modulo è costituito da uno strumento statistico che produce i dati locali o le statistiche anonime all'interno di database. Lo strumento extranet, inoltre, è in grado di estrapolare e inviare ad altri medici informazioni relative ai pazienti, garantendo la protezione dei dati mediante il linguaggio XML. Infine, lo strumento di tele-consulto permette di collegare i centri e i medici tramite videoconferenza, cosicché possano consultarsi in merito alla situazione di pazienti specifici.

È importante sottolineare che quest'innovazione telematica si avvale di una nuova architettura che consente di gestire banche dati distribuite, mantenendo, nel contempo, la sicurezza mediante il linguaggio XML. Questo sistema basato sul web utilizza JAVA e costituisce la tecnologia più all'avanguardia nell'ambito di questo settore. La validità del sistema è già stata verificata, poiché è stato adottato da EMAS (Società europea per la menopausa e l'andropausa) come sistema standard di archiviazione elettronica delle cartelle dei pazienti. È stato inoltre testato da 40 medici su 50 donne in relazione ai problemi associati alla menopausa e la flessibilità e adattabilità che lo contraddistinguono ne hanno promosso l'utilizzo in altri ambiti medici, come nei reparti di neurofisiopatologia.

In sostanza, questo sistema di gestione elettronica delle cartelle cliniche può rivelarsi estremamente vantaggioso sia per i medici che per i pazienti.

Informazioni correlate