Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Impiego di magneti per l'individuazione dei difetti strutturali

Per garantire un funzionamento lineare e sicuro delle costruzioni metalliche occorre individuare e riparare rapidamente tutti i difetti, anche quelli nascosti. Il rivelatore magnetico di difetti strutturali MKD-1 è in grado di rilevare in maniera non distruttiva difetti come crepe e corrosione, indipendentemente dalla luogo in cui si verificano.
Impiego di magneti per l'individuazione dei difetti strutturali
Le grandi costruzioni metalliche vengono utilizzate in quasi tutti i settori. Caratterizzate da durevolezza e resistenza alla corrosione, tali strutture si trovano spesso esposte a condizioni ambientali estreme per lunghi periodi di tempo, poiché fanno parte di attività di produzione o trasporto (i condotti e le piattaforme ne sono un tipico esempio). Per evitare un possibile guasto della struttura, occorre localizzarne e correggerne i difetti, come crepe e presenza di corrosione.

La rivelazione magnetica dei difetti strutturali è un metodo indiretto e non distruttivo basato sul magnetismo e il comportamento dei metalli nella loro interazione con i campi magnetici. Questo metodo consente di individuare i difetti dei componenti metallici perfino nei casi in cui essi non siano raggiungibili o visibili, per esempio se situati nella parte interna di un condotto o al disotto di una superficie metallica.

Un'équipe di ricercatori del Politecnico Tomsk ha sviluppato il rivelatore MKD-1, basato sul metodo sopraccitato. Questo strumento è costituito da un insieme di componenti fra cui un defectoscope o rivelatore di difetti strutturali magnetico ed articolato, espansioni polari, un set di aerosol per i materiali a spruzzo e modelli di riferimento. Tutti questi componenti vengono utilizzati per controllare la distribuzione del campo magnetico sulla parte metallica. Nei punti difettosi, si registra una dispersione magnetica e la distribuzione del campo magnetico appare irregolare. Tali anomalie rivelano non solo la localizzazione del difetto, ma anche la sua natura (corrosione, crepa ecc). L'MKD-1 offre il vantaggio di poter utilizzare magneti permanenti anziché magneti elettrici. Grazie a questa caratteristica, lo strumento non dipende dall'alimentazione elettrica, può essere facilmente trasportato ed è in grado di operare anche in presenza di acqua.

Ormai si sa, prevenire è meglio che curare e l'MKD-1 offre un metodo sicuro per la precoce individuazione dei difetti al fine di evitare costosi guasti e lavori di manutenzione.