Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Betatroni portatili per prove non distruttive

La radiografia a raggi X ad alta energia può costituire un aspetto importante di un programma di controllo della qualità. I betatroni portatili forniscono l'energia necessaria e vengono utilizzati per prove non distruttive, da effettuarsi su materiali e prodotti nell'ambito di numerose applicazioni e nella maggior parte degli impianti industriali.
Betatroni portatili per prove non distruttive
Il betatrone è un acceleratore a induzione circolare utilizzato per l'accelerazione degli elettroni. Il termine betatrone deriva dal fatto che gli elettroni ad alta energia vengono spesso definiti particelle beta. Il betatrone produce radiografie ad altissimo contrasto e ad elevata sensibilità e risoluzione, fungendo da ideale sostituto per gli isotopi (come il cobalto 60), atomi che sono più costosi e offrono una qualità inferiore.

Il betatrone portatile è un acceleratore di elettroni circolare compatto, che produce un fascio direzionale di raggi X ad alta energia. I betatroni di piccole dimensioni vengono utilizzati per il controllo radiografico della qualità di materiali e prodotti in condizioni non stazionarie, per esempio nel settore dell'edilizia civile. Fra i campi di applicazione più comuni per questa tecnologia figurano il controllo dei giunti saldati, delle pile di ponte, delle colate, dei metalli densi e delle strutture in cemento armato. I betatroni possono essere utilizzati anche all'interno degli impianti di trasformazione del gas per determinare le condizioni delle valvole di arresto negli oleodotti e nei gasdotti, o addirittura per rilevare la corrosione interna o l'erosione sulle valvole o sugli accessori.

Nell'ambito del presente progetto è stato sviluppato un prototipo di betatrone a impulsi di piccole dimensioni, per effettuare prove non distruttive su materiali e prodotti, ma anche per fornire una soluzione a problemi concreti e scientifici. Tale dispositivo offre straordinarie caratteristiche tecniche ad un costo relativamente basso rispetto ad altri acceleratori. Uno dei vantaggi principali offerti da questo prototipo è costituito da un fascio ristretto del raggio direzionale, fattore che riduce il rischio di radiazione durante l'utilizzo in condizioni non stazionarie.

Il betatrone offre una buona definizione dell'immagine, grazie ad un punto focale di piccole dimensioni ed è realizzato con circuiti elettronici affidabili e rapidi, per la protezione dei circuiti elettrici. Oltre ad offrire facilità di trasporto, utilizzo e manutenzione, questo dispositivo assicura una ridottissima produzione di immagini a raggi X difettose, grazie a sistemi di dosimetria sia incorporati che esterni.
Numero di registrazione: 80798 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Tecnologie industriali