Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Un nuovo perno per protesi dentali migliori

La possibilità di usufruire di una protesi dentale in sostituzione permanente dei denti naturali dipende fortemente dalla presenza di denti di ancoraggio. Per poter applicare una protesi, essa dev'essere ancorata ad un dente naturale vicino, altrimenti potrebbe rendersi necessario un intervento di innesto osseo. La nuova tecnologia proposta permette di evitare quest'eventualità, offrendo un prodotto che può essere radicato direttamente nell'osso e nella protesi dentale.
Un nuovo perno per protesi dentali migliori
In mancanza di denti naturali permanenti, l'applicazione di una protesi comporta sempre la realizzazione di una placca ortodontica, o un intervento di innesto osseo. La prima è un'apparecchiatura fastidiosa e sgradevole ed entrambe le soluzioni richiedono un processo di adattamento che comporta un ampio e costoso lavoro odontoiatrico.

Nel caso in cui manchino dei denti di ancoraggio, è necessario realizzare protesi fisse che fungano da supporto, le quali possono prendere la forma di faccette, ponti, inlay (inserti) o corone e che potrebbero comunque richiedere un innesto osseo. Pertanto, la procedura è lunga e può comportare numerose visite prima che sia adeguatamente conclusa.

Un nuovo perno protesico, dotato di due segmenti a fusto conico, introduce una procedura di impianto praticamente autonoma che non necessita di denti di ancoraggio e richiede soltanto la presenza di un'esigua struttura ossea. Il perno è provvisto di un segmento svasato verso l'alto, destinato alla regione ossea compatta, e di un segmento svasato verso il basso, per la regione ossea porosa. Oltre ad assicurare la perfetta adesione al supporto osseo, tale struttura a doppio cono è auto-ancorante.

Questo impianto protesico costituisce una soluzione universale, poiché può essere realizzato in diverse dimensioni e non necessita di alcun dente naturale di ancoraggio. Inoltre, può essere inserito in presenza di qualsiasi alterazione anatomica, perfino nelle regioni atrofiche, richiede una limitata perforazione dell'osso e l'intero processo può essere concluso in un'unica seduta.

Gli ideatori offrono un prototipo a scopo di dimostrazione e sono intenzionati a concludere accordi di marketing o produzione per la loro tecnologia brevettata.

Informazioni correlate

Sintesi della relazione

Numero di registrazione: 80867 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Biologia, Medicina