Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Efficace trattamento dei tumori e delle malattie infettive

Sebbene la chemioterapia sia attualmente uno dei principali trattamenti utilizzati contro il cancro, talvolta è possibile che le cellule sviluppino una resistenza alla terapia. Per far fronte a questo problema, una società francese con una grande esperienza nel campo della biochimica ha recentemente sviluppato un preparato composto da sostanze attive e agenti chemioterapici. Questo prodotto brevettato, costituito da un kit di componenti, può essere utilizzato per il trattamento del cancro e delle malattie infettive.
Efficace trattamento dei tumori e delle malattie infettive
La chemioterapia, uno dei principali e più diffusi metodi per il trattamento del cancro, si basa sull'impiego di agenti chimici o farmaci specifici in grado di distruggere selettivamente le cellule o i tessuti maligni. Utilizzati sia per il trattamento che il controllo delle malattie, gli agenti chemioterapici attaccano normalmente le cellule tumorali a livello locale, provocandone la necrosi. Sebbene la maggior parte di tali sostanze si riveli sempre più efficace, in molti casi, a seguito del trattamento è possibile che si sviluppi una resistenza cellulare agli agenti stessi.

Per potenziare la risposta clinica agli agenti chemioterapici ed evitare l'insorgere di chemioresistenza, è stata messa a punto una nuova combinazione di chemioterapia e macrofagi derivati da monociti. Si tratta di un preparato sotto forma di kit di componenti, che integra sostanze attive ed è costituito da cellule derivate da monociti, principalmente macrofagi citotossici (MAK ®) e agenti chemioterapici. Le cellule derivate da monociti possono fungere da vettori dei farmaci e, se abbinate agli agenti chemioterapici, possono essere utilizzate simultaneamente, sequenzialmente o separatamente.

Oltre ad indurre la necrosi cellulare, quest'efficace strumento permette il rilascio di chemiochine, le quali attivano i macrofagi e le cellule derivate da monociti. In questo modo, la chemioterapia agisce in modo sinergico con l'immunoterapia cellulare, al fine di potenziare la citotossicità delle cellule e migliorare la risposta immunitaria, evitando nel contempo lo sviluppo di resistenza. Oltre ad essere impiegabile nel trattamento dei tumori, questo prodotto possiede una tossicità selettiva per qualsiasi agente infettante, come virus, batteri o altri microrganismi.