Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Cellule vettrici

Le malattie che comportano lesioni multiple, come il cancro metastatico o le malattie che colpiscono organi di difficile accesso, ad esempio il sistema nervoso centrale o periferico, richiedono un difficile intervento terapeutico. Una società francese ha brevettato un metodo molto promettente per il trattamento di questo tipo di patologie.
Cellule vettrici
Vi sono numerose malattie che colpiscono gli organi umani di difficile accesso, ad esempio il sistema nervoso centrale, oppure che possono provocare lesioni multiple, come il cancro metastatico. Altre disfunzioni nell'uomo sono dovute alla scarsa produzione di elementi organici di base a causa di una deficienza genetica. In questi casi, il trattamento è molto difficile, poiché occorre somministrare la terapia esattamente nella zona interessata, senza danneggiare i tessuti circostanti.

Una società francese ha elaborato un promettente metodo per la somministrazione di agenti terapeutici esattamente ed esclusivamente nei siti che necessitano del trattamento. Innanzitutto, tale metodo prevede la lavorazione, mediante una tecnica brevettata, di cellule derivate da monociti (MDC), per renderle adatte al trasporto degli agenti correttivi. Le cellule vengono caricate con molecole chimiche o biologiche, oppure con materiale genetico, al fine di trasferirle al sito che necessita del trattamento. In seguito, si iniettano le cellule MDC cariche nell'organismo, le quali, grazie alle loro proprietà, vengono attirate verso i siti lesionati, poiché essi rilasciano un'elevata concentrazione di fattori chimici.

Questo metodo potrebbe rappresentare un trattamento attivo contro le cellule tumorali metastatiche, le infiammazioni generali delle articolazioni come l'artrite, o le lesioni nella sclerosi multipla. Queste cellule potrebbero essere utilizzate, inoltre, come strumento diagnostico per localizzare le piccole lesioni tipiche del primo stadio di sviluppo delle metastasi, oppure i siti nei quali si sono verificati traumi o lesioni craniche non individuati.
Numero di registrazione: 80963 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Biologia, Medicina