Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

SDR: l'esperienza didattica "6-D"

Testo, figura, oggetto, immagine, spazio e luce sono concetti che, di primo acchito, sembrerebbero non avere nulla in comune. Eppure, tutti e sei sono raggruppati sotto il medesimo denominatore: "SDR: NETWORKING", un nuovo ambiente didattico elettronico, creato per promuovere la partecipazione attiva degli studenti al processo di formazione.
SDR: l'esperienza didattica "6-D"
SDR è un corso multidisciplinare partecipativo, costituito da una metodologia formativa volta a coinvolgere lo studente nella creazione dei contenuti e a consentirgli di sviluppare la sua creatività in modo interattivo e cooperativo. Gli studenti possono effettuare analisi testuali collaborando fra loro, commentare il lavoro dei loro compagni e proseguire l'attività avviata da un altro studente. Inoltre, stabiliscono collegamenti fra i vari esercizi e partecipano ai processi collaborativi di generazione di forme e percezione spaziale.

Il corso è articolato in sei tematiche, il cui comune denominatore è il concetto di rappresentazione. A ciascuna tematica corrisponde un ambiente, all'interno del quale gli studenti possono svolgere i propri esercizi individualmente o in gruppo, utilizzando l'ambiente "SDR: NETWORKING".

Le stesse strategie collaborative vengono impiegate per i temi testo e oggetto. Gli studenti sono invitati ad analizzare i testi in gruppo, avvalendosi di una rete semantica, nonché a partecipare collettivamente allo sviluppo di un oggetto tridimensionale elaborato in fasi successive. In ultima istanza, il lavoro viene sottoposto al database dei sistemi, accessibile mediante script Perl 5. I programmi utilizzati si basano sugli attuali standard DHTML, Java e JavaScript.

Il successo di questa nuova struttura concettuale deriva dalla sua capacità di abbracciare una serie di discipline, ovvero il disegno grafico, la comunicazione, l'estetica, la filosofia e il calcolo informatico. La scuola spagnola di architettura La Salle di Barcellona pone l'accento sulle potenzialità del progetto di affermarsi come strumento formativo essenziale. L'istituto La Salle, che collabora già con ingegneri programmatori specializzati in sistemi di gestione delle informazioni, è interessato ad altri programmi di ricerca europei, nonché a concludere accordi di joint-venture o partenariati pubblico-privati, per far avanzare ulteriormente quest'esperienza educativa a 6 dimensioni.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 81027 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: TI, Telecomunicazioni