Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Convertitori statici industriali ad alte prestazioni

Un gruppo d'ingegneri francesi ha progettato e brevettato un dispositivo per il controllo delle proprietà elettriche, magnetiche e/o meccaniche delle fonti di energia elettrica.
Convertitori statici industriali ad alte prestazioni
Questo progetto ha avuto per obiettivo lo sviluppo di un nuovo metodo e dispositivo per il controllo dei convertitori statici. Progettato per gli invertitori di tensione, questo sistema è stato utilizzato con successo per modulare l'ampiezza degli impulsi ed è disponibile in una gamma di convertitori digitale-analogico multilivello ad elevata potenza.

Il funzionamento di un convertitore statico può essere descritto come una sequenza di stati che variano in funzione delle condizioni elettriche e dei comandi. Per garantire prestazioni ottimali di regolazione della velocità e della posizione nelle macchine elettriche a frequenza variabile, gli invertitori cambiano la carica positiva in negativa e viceversa.

Il nuovo dispositivo è formato da una struttura multicelle che, grazie alla sua modularità, consente di migliorare la qualità della tensione erogata. Ciò, a sua volta, permette di migliorare ulteriormente la qualità complessiva, nel momento in cui vengono aggiunte delle celle di interfogliamento (interleaving). Questo strumento si presta ad una vasta gamma di applicazioni commerciali per la fabbricazione di prodotti che prevedono l'impiego di convertitori ad alte prestazioni, quali imbarcazioni, veicoli, computer portatili, utensili elettrici ed elettrodomestici.

Gli attuali elaboratori di segnali digitali sono più che in grado di controllare direttamente la corrente alternata. Questi sistemi attingono i dati dai valori di flusso e istantanei della coppia e agiscono direttamente sull'invertitore, ottimizzando di conseguenza la prestazione qualitativa globale della conversione statica.

A seguito del successo del brevetto iniziale, ottenuto nel 1998, l'azienda francese che ha sviluppato questo convertitore statico ha ottenuto i diritti di brevetto statunitensi il 17 luglio 2001. Attualmente questo convertitore statico è oggetto di ulteriori ricerche e gli ingegneri che hanno progettato la tecnologia sono interessati a ricevere un sostegno allo sviluppo e/o a concludere un accordo di licenza.