Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Meno composti chimici del tabacco per un fumo più sano

Un nuovo metodo rivoluzionario per ridurre drasticamente i composti tossici di proteine diminuisce la condensa del fumo del tabacco pur preservandone il gusto e l'aroma.
Meno composti chimici del tabacco per un fumo più sano
Il fumo del tabacco è infaustamente noto per contenere migliaia di composti chimici, alcuni dei quali sono sostanze che provocano il cancro. Gli scienziati sostengono che le varie forme in cui il tabacco viene fumato - sigaretta, sigaro, pipa - possono causare il cancro ai polmoni, l'enfisema ed altre malattie dell'apparato respiratorio.

Una società di ricerche italiana ha scoperto un metodo per ridurre i composti precursori di molecole tossiche da fumo di tabacco senza perdita di nicotina o modifiche significative al gusto del fumo. Il processo si svolge in tre fasi: estrazione, separazione e restituzione della nicotina e dei sapori.

Nella prima fase, la tecnologia usa un estratto d'etanolo per estrarre le molecole tossiche dal tabacco, ossia proteine, peptidi, aminoacidi e lipidi, che sono insolubili nel biossido di carbonio supercritico (SC-CO2). La loro composizione e peso molecolare aiutano a separare i composti proteici indesiderati dagli alcaloidi estratti, solubili nel biossido di carbonio supercritico (SC-CO2), come la nicotina e le sostanze che danno sapore.

La separazione viene effettuata da un apparecchio anti solvente supercritico (Supercritical Anti-solvent, SAS), in cui viene alimentato e frazionato l'estratto d'etanolo ottenendo un precipitato solido e due residui d'etanolo. La riduzione dei composti proteici porta a una riduzione del 40% della condensa del fumo di sigaretta. Infine, il residuo d'etanolo viene aggiunto dal secondo separatore al fumo di tabacco estratto. In questo modo, il gusto e la fragranza del fumo sono preservati.

La società invita i partner di cooperazione disposti a farlo a sfruttare la tecnologia in tutte le sue potenzialità e a dare agli avidi fumatori la possibilità, se proprio non possono resistere alla tentazione di una sigaretta, di abbandonarsi al loro vizio con un minore rischio per la salute.