Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

La produzione industriale ad alte temperature diventa economicamente efficiente

Le elevate esigenze industriali di calore ed elettricità rendono le tecnologie di cogenerazione di calore ed elettricità (CHP, Cogeneration of Heat and Power) particolarmente interessanti. L'adozione di questi sistemi è però ancora limitata, a causa di alcuni suoi aspetti operativi. Il nuovo processo TUBEK (TUrbine BEfore the Kiln approach) ha affrontato il problema e offre un nuovo approccio che permette di sfruttare i vantaggi della CHP nella produzione industriale ad alte temperature, quella che richiede maggior uso di energia.
La produzione industriale ad alte temperature diventa economicamente efficiente
La produzione industriale ad alte temperature - ceramiche, refrattari, piastrelle e vetro - richiede grosse quantità di energia a causa delle alte temperature necessarie per far funzionare essiccatoi e fornaci. L'adozione delle tecnologie CHP permette una riduzione sostanziale del consumo di energia e minimizza inoltre il corrispondente impatto ambientale negativo. Controllo ottimizzato del processo e prodotti di alta qualità rappresentano inoltre significativi vantaggi che l'industria non può ignorare.

L'uso di gas di scarico a basso contenuto energetico e di condotti dei sistemi di cogenerazione industriale a turbine può però creare problemi di affidabilità di funzionamento. È per esempio il caso del controllo accurato dei campi di temperature nella fornace quando si usano differenti gas, aria preriscaldata e combustibile, per ottenere le temperature richieste dal processo di combustione. Per rispondere a queste necessità, nell'ambito del progetto NNE-JOULE C (si veda la relativa offerta) è stato creato TUBEK, che da allora ha conosciuto grandi sviluppi.

TUBEK si è prefisso l'obiettivo fondamentale di applicare in modo economicamente efficiente il procedimento CHP alla produzione industriale ad alte temperature. Dopo aver sperimentato con successo la validità dell'approccio del progetto, è stata costruita, ed è in funzione dall'aprile 2002, una centrale dimostrativa da 1,1MW, e i risultati fin qui ottenuti mostrano una riduzione del 15% del consumo energetico complessivo (combustibile ed elettricità). TUBEK può già essere mondialmente utilizzato dall'industria della ceramica non fine, ma la sua adozione da parte delle industrie delle piastrelle e del vetro richiede ulteriori ricerche. Per maggiori informazioni: http://www.tubek.com.

Informazioni correlate

Numero di registrazione: 81385 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Energia