Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Raffigurazione al microscopio senza coloranti fluorescenti

Fino ad ora il metodo usato per colorare gli oggetti da guardare al microscopio era quello di tingerli con coloranti fluorescenti per la visualizzazione spaziale. Adesso una università tedesca propone un metodo innovativo che non richiede coloranti fluorescenti supplementari.
Raffigurazione al microscopio senza coloranti fluorescenti
dCAM (Direct Confocal Absorption Microscopy) è un nuovo processo di raffigurazione tridimensionale per microscopia che usa direttamente l'autoassorbimento dell'oggetto attraverso un metodo basato su una sonda-pompa. Il raggio laser in uscita, o laser a pompa, modifica la trasmissione del campione da osservare al microscopio. Il laser sonda rileva quindi questo cambiamento e produce una valutazione elettronica. L'oggetto è anche registrato tridimensionalmente, offrendo un'immagine dotata di volume.

Questo nuovo metodo presenta diversi vantaggi. In primo luogo, non avviene la contaminazione da coloranti fluorescenti, che sono tossici. Secondo, non è necessario tingere il campione e, terzo, si usano coloranti non fluorescenti. Tra i vantaggi supplementari vi è la separazione per canale colore migliorata, e il fatto che la luce ambiente non provoca disturbi.

Ma il vantaggio principale cui si sommano tutti questi è la più alta risoluzione rispetto ai metodo tradizionali. Il metodo è ideale nelle situazioni in cui non si possono usare coloranti fluorescenti, come è il caso per i polimeri trasparenti, ed è facile da incorporare negli altri sistemi attuali.
Numero di registrazione: 81457 / Ultimo aggiornamento: 2005-09-18
Dominio: Tecnologie industriali